Smartwatch

I preordini di Apple Watch superano 2.3 milioni

Apple tace sui dati ufficiali di prevendite per Apple Watch, ma questo non ferma i ricercatori indipendenti dall’offrire le proprie stime. I dati più recenti provengono da Ming-Chi Kuo, analista di fama mondiale: in una nota agli investitori del suo datore di lavoro KGI Securities, Kuo ritiene che l’Apple Watch a livello mondiale ha avuto pre-ordini di oltre 2,3 milioni di unità.

Queste le parole di Ming-Chi Kuo: “Stimiamo produzione di Apple Watch intorno ai 2.3 milioni di unità in marzo-maggio. La produzione di massa di Apple Watch è iniziata a marzo e probabilmente raggiungerà i 2.3 milioni di unità entro la fine di maggio. Considerando che la maggior parte dei consumatori che hanno fatto il pre-ordine non otterranno il dispositivo fino a giugno, stimiamo i preordini globali di oltre 2.3 milioni di unità, con percentuali di Apple Watch Sport, Apple Watch e Apple Watch Edition rispettivamente del 85%, 15% e meno di 1%.”

apple-watch-prevendite-informatblog

Queste stime, come pubblicato da MacRumors, possono essere confrontate con i dati pubblicizzati all’inizio di questa settimana da una società di nome Slice Intelligence, che ha stimato i pre-ordini negli USA di Apple Watch di 1,2 milioni di unità. Le informazioni di Slice, invece, provengono da una fonte diversa: la società si avvale acquirenti entusiasti che si registrano alla loro app per raccogliere i dati (l’app aiuta i clienti tenendo traccia di acquisti nei negozi), che poi si trasformano in stime a livello di paese. In questo caso la dimensione del campione è stata di circa 9.080 unità – un po ‘piccola, soprattutto considerando le loro iscrizioni sono sbilanciate verso acquirenti hardcore.

Kuo, in confronto, è analista a Taiwan, con fonti ben provate. Le sue previsioni non sono perfette (egli ha sostenuto che l’iPad mini 2 sarebbe uscito con una fotocamera da 8 megapixel, per esempio), ma ha avuto un numero impressionante di previsioni azzeccate nel corso degli anni, tra cui le dimensioni dello schermo e la risoluzione di iPhone 6 e 6 Plus, due formati per Apple Watch (anche se le sue misure erano errate), e l’inclusione di Touch ID su iPad Air 2. Oltre 2,3 milioni di pre-ordini significano che Apple sta cercando di produrre 2-3.000.000 di orologi al mese.

Se anche uno solo tra Kuo e Slice avesse ragione, Apple è già diventata l’azienda più importante del settore SmartWatch. Vendite solide per il resto del mercato non sono facili da trovare, ma nel mese di febbraio Pebble ha annunciato di aver venduto oltre un milione di smartwatch dal 2013. In confronto, si pensa che siano stati venduti nel 2014 oltre 720.000 dispositivi Android Wear (il sistema operativo lanciato solo nel giugno dello stesso anno), con Motorola leader indiscusso tra i vari produttori. Se Kuo avesse ragione sui pre-ordini globali, l’Apple Watch ha già eclissato il resto di tutto il mercato.

Le stime per l’orologio di Apple si confrontano bene anche con i precedenti lanci della società in nuove categorie di prodotti. Quando il primo iPad andò in vendita nel 2010 vendette 300.000 unità a livello mondiale nel suo primo giorno, prima di arrivare a un milione di vendite in 28 giorni. E nel 2007 Apple ha venduto 270.000 unità del primo iPhone negli Stati Uniti nelle prime 30 ore, prima di arrivare ad un milione in 74 giorni. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti