Dati finanziari

Ecco perché i profitti di Samsung sono in costante declino

Samsung ha rilasciato alcune notizie deludenti per gli investitori lo scorso lunedì, avvertendo che nel terzo trimestre 2014 i profitti potrebbero essere diminuiti fino al 60% rispetto a un anno fa. Questo è veramente un bel calo, potrebbe finire per essere la più grande caduta nella storia di Samsung.

Samsung ha una lunga lista di motivi per cui i profitti sono in calo, ma non è niente che non abbiamo sentito prima. La società può vendere più smartphone di chiunque altro, ma si sta trovando in una situazione problematica di dover far crollare i propri prezzi in modo da mantenere quella massiccia quota di mercato. Questo perché altri produttori di telefoni Android hanno iniziato a fare telefoni altrettanto buoni come i dispositivi di fascia alta di Samsung, ma che costano centinaia di euro meno.

La startup cinese Xiaomi è un buon esempio. Il suo ultimo telefono, il MI4, costa meno di 300 euro, ma ha caratteristiche e specifiche alla pari con quelle del miglior telefono di Samsung, il Galaxy S5, che costa almeno il doppio. Un telefono Android è un telefono Android, dopo tutto, ed è difficile per un produttore come Samsung di offrire un’esperienza unica che non può essere copiata da decine di produttori asiatici che realizzano hardware sempre più impressionante e li vendono con margini di guadagno sottilissimi.

xiaomi-ceo-crescita

Ma anche se Samsung sta diminuendo i prezzi sui suoi migliori telefoni (ciò mangia parte dei suoi profitti), non sta vendendo con numeri straordinari molti dei suoi più grandi produttori di denaro, i dispositivi di fascia alta come il Galaxy S5 e il Galaxy Note. Ciò potrebbe solo peggiorare a breve termine, in quanto essi competeranno con i due nuovi iPhone di Apple, l’iPhone 6 e 6 Plus, che hanno grandi schermi che rivaleggiano con Galaxy S5 e Galaxy Note.

In breve, Samsung è sempre attaccato da entrambe le estremità alta e bassa del mercato perché i suoi prodotti non offrono un’esperienza unica. Perché spendere così tanto per un telefono Samsung Android che ha le stesse applicazioni, specifiche e caratteristiche di telefoni che costano la metà? E perché spendere così tanto per un telefono cellulare Samsung quando si può avere un ottimo software e il design unico di Apple per lo stesso prezzo?

Apple ha la fascia alta del mercato degli smartphone adesso. La manciata di altri produttori di Android sono sulla loro strada per conquistare la fascia bassa. Samsung è al centro, e non è una bella posizione. Il problema di Samsung è che i suoi dispositivi non sono abbastanza innovativi a livello software per distinguersi sia da Apple che dagli altri produttori Android. Inoltre, il tentativo di Samsung di esplorare una nuova categoria di prodotto, i dispositivi indossabili, non è riuscita finora. Ha lanciato cinque modelli di SmartWatch nel corso dell’ultimo anno, ma hanno tutti ricevuto recensioni negative e non c’è alcuna indicazione che stanno realmente vendendo. Un sesto orologio Samsung, che ha una connessione dati cellulare incorporata e può effettuare chiamate, sarà lanciato questo autunno.

La buona notizia per Samsung è che la sua attività di elettronica si espande al di là degli smartphone. I cellulari possono essere la sua più grande fonte di profitto, ma la sua divisione elettronica è incredibilmente varia grazie a TV, elettrodomestici, costruzione di processori e componenti hardware, per citarne alcuni. E investe anche miliardi in ricerca e sviluppo, quindi se Samsung può avere difficoltà adesso, è probabile che sia abbastanza agile e capace ad adattarsi quando una nuova tendenza inizierà a decollare.

Ma per il mobile, si tratta di una situazione simile altri ex leader come BlackBerry e Nokia, che hanno affrontato nel corso del loro periodo d’oro. Queste società non hanno innovato nè si sono rivolte alle tendenze emergenti, in particolare l’iPhone, e ciò in ultima analisi ha portato alla loro decadenza nel settore. Samsung potrebbe essere in linea con l’industria ora, ma chiaramente non si sta differenziando a sufficienza per competere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti