PS4Xbox One

8 Motivi per cui i proprietari di PS4 devono essere gelosi di Xbox One

La console war 2015 è molto intensa. Questo gira meglio su PS4 e questo funziona meglio su Xbox One, ma i proprietari di PlayStation 4 possono effettivamente dire perchè Sony si meriti il suo vantaggio commerciale in questo momento?

Microsoft ha perso solo grazie a mosse iniziali sbagliate, e l’odio pubblico risultante l’ha rispedita alla linea di partenza più e più volte. Sappiamo bene che concentrarsi sul Kinect è stato un passo falso, sappiamo che le campagne pubblicitarie TV non hanno fatto leva sui giocatori e sappiamo che la dashboard potrebbe essere migliore, ma anche la PS4 è lungi dall’essere perfetta, e c’è una lunga lista di cose che Xbox One fa molto meglio di lei. E’ giunto il tempo di metterle sul piatto.

xbox-one-migliore-ps4-informatblog

8. La durata della batteria del controller dura più di un paio d’ore

Partiamo dall’evidenza: il DualShock PS4 ha sicuramente molto da offrire in termini di peso generale e stabilità, ma sarete fortunati se riusciste a giocare tutto il giorno senza ricaricarlo. Qualsiasi gioco che richiede la pressione di tanti tasti in poco tempo (come gli sparatutto in prima persona o i giochi d’azione, per esempio) lo farà scaricare in un paio d’ore.

Inoltre non dimenticate che l’unico motivo per cui Sony ha cambiato l’estetica del DualShock è stato per rispondere al successo del controller Xbox. Il controller Xbox One continua dove le versioni 360 e S hanno finito, diventando di gran lunga migliore rispetto agli stick analogici del DualShock 4, senza contare i rumble individuali in diverse parti del controller. Oh, e la barra luminosa LED del Dualshock 4? E’ letteralmente inutile.

7. Visualizza la lista dei trofei in-game

Volete controllare i trofei sulla PS4? Dovrete premere il tasto home, saltare attraverso un menu, attendere che la lista si sincronizzi, leggere ciò che desiderate, e poi tornare al vostro gioco. Su Xbox One basta premere due volte il tasto Home per aprire la finestra laterale, selezionare i trofei, e senza lasciare il gioco ecco una comoda lista sul lato aggiornata in tempo reale. Può restare in vista mentre giocate, o chiuderla e richiamarla come e quando ne avete bisogno. Una differenza sottile, ma molto importante quando si tratta di comodità per l’utente.

6. Giochi in anteprima e demo gratis

Steam può aver fatto scuola per l’accesso anticipato ai giochi (dove i consumatori possono pagare per giocare una build provvisoria del gioco che poi viene sistemata e patchata in seguito), ma su console, Microsoft sta vuole assicurarsi che tutto al presente venga autorizzato da un team di persone che realmente si preoccupano di quello che stanno pubblicando.

C’è anche il fatto che è possibile accedere a versioni di prova di questi giochi gratuitamente, per assicurarvi che realmente vi piacciano prima di pagare. Finora abbiamo visto la dura esperienza di sopravvivenza The Long Dark e i fantastici No Man’s Sky e Elite: Dangerous, entrambi li vedremo in futuro, ma sono disponibili gratis adesso. In sostanza – e ancora di più con l’andare avanti nel tempo – questo darà ai proprietari di Xbox One un bel numero di demo gratuite per i giochi in vendita mesi prima, una cosa della quale a Sony sono terribilmente carenti.

5. Un gioco che vende le console da solo

Potete fare il nome di un gioco in esclusiva su PS4 che vi fa desiderare la console? Bloodborne rimane un’esperienza incredibilmente solida, ma non offre nulla che non si può ottenere con Dark Souls II: Scholar of the First Sin o persino Lords of the Fallen, soprattutto quando si tratta di rigiocabilità.

Halo 5 è il bambino di Microsoft, un titolo che spicca in un mare di giochi che non solo Master Chief fa marketing da solo (uno dei pochi eroi rimasti, a quanto pare), ma sembra anche un vero e proprio passo in avanti per la serie. Mira in basso, spari a mezz’aria, chili di terra, scivolate sul pavimento e molto altro, un Destiny e Call Of Duty futuristico nello stesso gioco, per ristabilire Halo come la serie più importante sia per i fan di Xbox che per il mondo dei videogiochi in generale. In confronto la PS4 è … beh, ricordate il filmato giocabile di The Order 1886? Precisamente.

4. Retrocompatibilità Gratis

“Vi piacerebbe giocare ai vostri vecchi giochi? Quelli che sono lì proprio di fronte a voi, per cui avete già speso dei soldi? Fanno 20 dollari al mese“. Questo sembra essere il messaggio di Sony per i fan bloccati dalla console alla sua quarta generazione. Molti hanno ancora un mix di giochi PS1 PS2 e PS3 sugli scaffali, è dura convincerli a pagare per lo streaming di ciò che già possiedono attraverso un nuovo servizio che lagga ed è di qualità generalmente inferiore.

L’ultima generazione di hardware non avrebbe mai dovuto rinunciare alla retrocompatibilità, e si potrebbe capire in primo luogo dalla risposta entusiastica dei fan quando Microsoft l’ha annunciata che si tratta di un fattore decisivo nella scelta se comprare una Xbox One o una PS4. Nathan Drake Collection per 50 euro, lo vuole qualcuno?

3. Passaggio tra le App

Cambiare app su PS4 è qualcosa da discutere solo a porte chiuse. Xbox One ha puntato sulla facilità di multi-tasking e saltellare tra un programma all’altro, mentre il doppio tocco su PS4 non solo non risponde, ma porta quasi sempre di nuovo a ciò che non si desidera, poichè il sistema non dice mai quella che ritiene essere un app da ricordare. L’implementazione di Microsoft permette di toccare due volte e selezionare ‘Snap’ per mettere quello che si sta facendo sul lato fino a quando non si desidera richiamarlo, oppure lascia che semplicemente si ritorni attraverso tutto ciò è stato aperto premendo B. E’ possibile interrompere questa catena premendo il tasto home e avviare un altro thread di applicazioni da lì, altrimenti è molto facile saltare intorno manualmente con una combinazione dei due tasti.

2. Controller Elite a prova di futuro per ogni gioco

Avete visto il nuovo controller Elite? E’ un bambino. In questo momento è un po’ troppo caro per quanto vale, ma gli aspetti positivi superano di gran lunga quelli negativi iniziando a pensare a lungo termine. In primo luogo, la sua gamma di optional significa che è possibile personalizzare sia la fisicità del pad scambiando i tasti analogici e il D-pad, ma anche attraverso l’applicazione Xbox ufficiale è possibile rimappare i tasti, mettendo funzioni di trigger o elementi di gioco specifici sui tasti posteriori. La durata della batteria è la stessa del controller standard (circa 15 ore), e combinando tutto insieme, è un gioco da ragazzi capire cosa è meglio rispetto alla durata terribile della gomma analogica e alla carica misera del DualShock 4.

1. Le esclusive 2016 domineranno

Fate un bel respiro… Gears of War 4, Scalebound, Crackdown 3, Quantum Pausa, Recore (il nuovo gioco di Keiji Inafune), Halo Wars 2, Rare’s Sea of Thieves, Fable Legends. Tutti giochi fantastici, di cui quattro nuovi di zecca prodotti da sviluppatori affidabili.

D’altra parte, è sufficiente guardare alla presentazione dell’E3 di Sony per avere un’idea dell’altra sponda. L’accordo per il remake di Final Fantasy VII è stato firmato la settimana prima, The Last Guardian ha mostrato la stessa versione di sette anni fa, e Shenmue 3 è stato presentato su Kickstarter ed ha ancora bisogno di finanziamenti per decollare.

E’ un momento doloroso per i fanboy PS4 in questo momento, e anche se Horizon: Zero Dawn sembra promettente, un gioco non regge il confronto con la super lineup che Microsoft ha messo insieme finora. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti