HardwareSmartphone

Qualcomm ed il nuovo standard WiFi 802.11 ad

La velocità di trasferimento dati in maniera wireless nell’ultimo periodo ha subito un incremento davvero molto elevato. Basti pensare che fino a 5 anni fa, nessun dispositivo arrivava a raggiungere i 300 Mbps teorici di trasferimenti dati. Il prossimo step è quello di arrivare a velocità ben oltre as 1 Gpbs. Codesto step non dovrebbe neanche essere così lontano, visto che Qualcomm, insieme all’azienda Wilocity recentemente acquistata, stanno già sviluppando i primi chip da inserire all’interno di router, smartphone, tablet, notebook ecc.

qualcomm-snapdragon-informatblog

Secondo quanto emerso in rete, la nuova tecnologia dovrebbe prendere il nome commerciale di WiGig, mentre il nome tecnico sarebbe IEEE 802.11 ad. Grazie a questo nuovo standard, la velocità di trasferimento dati in wireless raggiungerà i 6 Gbps, ovvero circa 6 volte superiore all’attuale raggiunta con lo standard 802.11 ac. Ovviamente, stiamo parlando di velocità teoriche che sarebbero raggiungibili solamente in condizioni ottimali e ad una distanza minima.

Quest’incremento di velocità sembra poter essere ottenibile grazie ad una nuova frequenza finora non sfruttata da questi tipi di dispositivi: i 60 GHz. In questo modo, oltre ad avere un’interferenza minima tra diversi terminali, almeno all’inizio, si avranno anche delle latenze infinitamente inferiori, il che lo rende ideale per il mondo del gaming. Così come avvenuto per gli standard WiFi precedenti, anche il WiGig sarà retrocompatibile con la banda dei 2,4 GHz e dei 5 GHz.

I primi dispositivi in cui dovrebbe essere integrato questo tipo di chip potrebbero essere proprio gli smartphone, dato che Qualcomm ha intenzione di inserirlo all’interno del suo nuovo SoC Snapdragon 810, previsto in uscita nel 2015.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti