AttualitàFacebook

Quanto ha guadagnato Facebook con l’Ice Bucket Challenge?

L’Ice Bucket Challenge ha raccolto oltre 100 milioni di dollari per la ricerca sulle malattie neurologiche degenerative. È fantastico, ma l’intero fenomeno è stato fantastico anche per Facebook, che ha visto un’enorme ondata estesa di utilizzo, in particolare grazie ai video in giro a lungo per tutta l’estate.

I video dell’Ice Bucket Challenge sono stati visualizzati più di 10 miliardi di volte e hanno raggiunto oltre 440 milioni di persone, secondo Facebook. La società sta capitalizzando tutto quello slancio, cercando di reclutare i migliori personaggi di YouTube per portare i loro contenuti sulla sua piattaforma, secondo il Wall Street Journal. Facebook ha persino aggiunto un contatore ai suoi video per sottolinearne la loro crescente popolarità.

ice-bucket-challenge-facebook-informatblog

Quanto è il valore dell’Ice Bucket Challenge per Facebook in termini di dollari? E’difficile da dire, in quanto Facebook non monetizza i video direttamente con la pubblicità. (Immaginate il clamore se lo facesse!) Ma si può trovare una stima molto approssimativa, calcolando la velocità con cui monetizza il tempo degli utenti in generale e moltiplicando la quantità di tempo che hanno speso la visualizzazione dei video dell’Ice Bucket Challenge.

Negli Stati Uniti, l’epicentro del fenomeno Ice Bucket Challenge, Facebook ha fatto 1,308 miliardi dollari di fatturato nel trimestre finanziario più recente, circa 1,2 miliardi di dollari di essi dovuti alla pubblicità. Facebook ha 204 milioni di utenti mensili attivi negli USA e l’utente medio trascorre 40 minuti al giorno sul sito o sull’app. Gli utenti americani hanno quindi trascorso 734,4 miliardi di minuti su Facebook durante il secondo trimestre, ciò produce un tasso medio di monetizzazione di 0.00178 dollari al minuto.

Ora dobbiamo capire quanto tempo hanno passato gli utenti a guardare i video dell’Ice Bucket Challenge. Questo diventa difficile perché, come osserva Peter Kafka, ciò che Facebook conta nel suo contatore video non è necessariamente quello che voi potete considerare una visualizzazione. Poiché video in bacheca partono automaticamente, Facebook ritiene che ne avete guardato uno se se inizia la riproduzione automatica e non scorrete la pagina per una certa quantità di tempo (non comunicata al pubblico)

Quindi diciamo che, arbitrariamente, una visualizzazione video duri cinque secondi. Ciò produrrà un totale di 883.000 mila minuti spesi, che moltiplicati per il tasso di monetizzazione si ottiene 1,48 milioni di dollari. Questo è un numero insignificante, per numerose ragioni. Per prima cosa, non prende in considerazione tutte le altre forme di impegno al di là delle visualizzazioni video che la campagna portava – like, commenti, condivisioni, ecc. C’è anche da dire che abbiamo fatto il conto soltanto per gli Stati Uniti, anche se la campagna si è diffusa in tutto il mondo.

In ogni caso, è giusto concludere che l’Ice Bucket Challenge abbia provocato milioni di dollari in entrate pubblicitarie per Facebook, ancor prima di considerare il valore pubblicitario del fenomeno e il ruolo che giocherà nell’attirare inserzionisti di grosso calibro e stelle di YouTube sulla piattaforma.

Per quel che vale, anche se entrambi hanno partecipato alla campagna facendo video, né Mark Zuckerberg né Sheryl Sandberg sono stati tra gli individui nominati dalla Associazione SLA per aver donato più di 100.000 dollari. (Il CEO di T-Mobile John Legere c’era, però). E’sempre possibile che abbiano donato in forma anonima, naturalmente. Nemmeno Facebook intesa come azienda non era nella lista dei donatori di oltre 100 mila dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti