RecensioniXiaomi

Recensione Xiaomi Mi Note, il miglior telefono made in China

Cos’è che è alto, magro e ha un bel sedere curvo? Non è una top model, ma il Mi Note, smartphone di punta di Xiaomi. La società cinese più in forma del pianeta, con un valore stimato di 46 miliardi di dollari, sta mangiando il pranzo di Samsung e sta puntando ad Apple. Fondata nel 2010 dall’imprenditore e Lei Jun, Xiaomi (pronunciato shao-mi) è oggi uno dei maggiori produttori di smartphone al mondo, nonostante i suoi mercati principali siano la Cina, l’India e l’Indonesia.

La società cinese è spesso chiamata “La Apple della Cina” perché i suoi fan sono fanboy come gli irriducibili di Apple e i suoi smartphone si esauriscono in pochi minuti (a volte persino secondi). Avendo rubato a Google Hugo Barra, l’ex vice presidente di Android nel 2013, le vendite di Xiaomi sono attese a 16 miliardi di dollari nel 2015. Se avete bisogno di una prova della posizione dominante di Xiaomi in Asia, prendete il Mi Note, uno smartphone Android in vendita per poco meno di 350 euro. Il telefono è andato esaurito in tre minuti.

xiaomi-mi-note-recensione

Anche se non è facile acquistare i prodotti Xiaomi in Italia, è una buona idea dare un’occhiata per vedere se Xiaomi riuscirà a sconfiggere i futuri iPhone e Galaxy.

Progettazione familiare

Samsung porta il peso di essere un copione di smartphone soprattutto perché è il più grande produttore di smartphone Android. Ma se pensate che i telefoni Samsung abbiano copiato l’iPhone, aspettate di vedere il Mi Note.

Non c’è assolutamente alcun dubbio che il Mi Note sia stato ispirato dall’iPhone di Apple. Se un iPhone 4S e un iPhone 6 venissero fusi insieme e resi più grande, si otterrebbe un Mi Note. I suoi bordi smussati, i micro-fori per gli altoparlanti e l’antenna sono praticamente la copia carbone di quanto realizzato dal laboratorio top secret di Jony Ive (il designer di Apple). Il design è modificato solo un po’- dopo tutto, tutto è un remix – ma è indiscutibile da dove sia venuta fuori l’ispirazione. Ma questo non rende il Mi Note meno bello.

La parte frontale del Mi Note è dominata dal suo schermo a 5,7 pollici (con risoluzione di 1.920 x 1.080) che raggiunge quasi i bordi con il solito auricolare in alto. Nonostante Android 4.4.4 KitKat non richieda più pulsanti hardware, il Mi Note ha ancora tre pulsanti capacitivi sulla lunetta. E’ follemente sottile ed è più leggero di un iPhone 6 Plus, pur con uno schermo più grande.

Proprio come la parte anteriore del telefono, anche il posteriore è fatto da Gorilla Glass 3. I due bordi curvi del posteriore vanno verso il basso, un po’come il Samsung Galaxy S6 Edge. I bordi curvi del posteriore fanno in modo che il grande telefono sia più comodo da impugnare con una mano.

Specifiche del Mi Note

Ad alimentare il Mi Note c’è un processore 2.5GHz quad-core Snapdragon 801 con 3GB di RAM. Non è l’ultimo processore Snapdragon 810 dei dispositivi come l’HTC One M9 e LG G Flex 2, ma non è niente male.

La potenza del Mi Note si scopre attraverso la navigazione web, la visualizzazione dei video di YouTube e i giochi 3D. È disponibile in modelli da 16GB e 64GB e non è possibile espanderlo; non c’è alcuno slot per schede microSD.

C’è una fotocamera posteriore da 13 megapixel con flash dual-LED e stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS) sul retro, e una fotocamera per i Selfie da 4 megapixel sul frontale. Le immagini sono abbastanza nitide e risultano migliori della maggior parte delle fotocamere Android eccetto per il Samsung Galaxy Note 4 o il Sony Xperia Z3. C’è una caratteristica carina che di sicuro farà piacere agli utenti: quando la fotocamera frontale della fotocamera è accesa, essa utilizza il riconoscimento facciale per cercare di indovinare la vostra età. E’ abbastanza inutile, ma è divertente da usare quando si utilizza la fotocamera frontale come specchietto (non negate di non farlo!).

La fotocamera posteriore registra video in risoluzione 4K. E’ una bella caratteristica, ma non preoccupatevi troppo per essa a meno che non abbiate un televisore o monitor 4K. Registrare video a 1080p full HD è un ottimo compromesso, i video saranno molto dettagliati e la batteria durerà più a lungo.

Parlando della batteria, il Mi Note ne ha una da 3.000 mAh. Come un Galaxy Note 4 o un iPhone 6 Plus, è in grado di andare avanti un giorno e mezzo prima di dover ricaricare.

Android alternativo

Il Mi Note esegue Android 4.4.4 KitKat con l’interfaccia di Xiaomi MIUI 5.2.7. Invece del trucco pesante che si trova spesso sugli smartphone Android a basso costo, MIUI è un’interfaccia utente minimale ma piacevole. C’è una certa “leggerezza” nel sistema operativo, dalle icone piatte al carattere di sistema sottile fino all’ottimo uso dello spazio bianco nei menu – ogni elemento sembra molto pulito e zen. MIUI è sorprendentemente rinfrescante rispetto al disordine che è diventato Samsung TouchWiz.

In realtà, MIUI può essere meglio riassunto come una miscela tra Android e iOS. A differenza del normale Android, che ha una sezione per le app, MIUI non ha niente – le app sono installate sulla schermata home proprio come iOS. Una caratteristica davvero bella di MIUI sono i temi; si possono facilmente installare diversi temi per cambiare l’aspetto del sistema operativo. C’è anche un tema che si avvicina pericolosamente a iOS 6.

In Cina, il Google Play Store e i servizi di Google non esistono. Per i suoi acquirenti cinesi e asiatici, la mancanza del Play Store di Google non è un problema, al suo posto c’è il Mi Market. Invece della ricerca di Google, c’è Baidu. Invece di Twitter, c’è Weibo. Invece di WhatsApp, c’è WeChat. La Cina è un universo alternativo in cui le app di Google non hanno bisogno di esistere perché ci sono molte alternative locali.

Ad ogni modo è possibile installare in qualche modo il Google Play Store sul Mi Note e scaricare Chrome, Gmail e tutte le app a cui siamo abituati e che ci sembrano essenziali. E onestamente, tutto funziona alla perfezione.

Non si tocca

C’è una percezione del pubblico che le aziende cinesi non passono produrre prodotti ben fatti e possono solo creare imitazioni (incredibilmente dettagliate).

Mentre la Cina esplode economicamente, questa percezione sta cambiando. Aziende come OnePlus, Meizu e Xiaomi stanno portando alta qualità. Lo Xiaomi Mi Note, pesantemente ispirato al design Apple e tutto il resto, è uno smartphone esteticamente bello. E’ insolitamente raro per uno smartphone Android, per non parlare di uno smartphone cinese, avere un aspetto di alta qualità.

Nelle ultime settimane, Xiaomi è stata accusata di precaricare gli smartphone con del malware. Questa potrebbe essere una ragione diffidare da essa, ma la società ha stabilito che lo smartphone infetto era un falso. Visto? I Telefoni Xiaomi sono così popolari, anche i contrabbandieri li stanno clonando.

Sia che vi fidiate di Xiaomi o meno, il Mi Note è ancora un fantastico smartphone. Peccato che probabilmente non potrete comprarne uno. Xiaomi non vende i propri smartphone o tablet direttamente in Occidente, e per una buona ragione: probabilmente sarebbe tacciato di violazione di proprietà intellettuale. Ma se riuscite ad averlo, lo Xiaomi Mi Note vi darà un sacco di soddisfazione.

Conclusione

Lo Xiaomi Mi Note è un bellissimo e ultra-sottile smartphone Android con un corpo metallico di alto livello che, purtroppo, non sarà semplice da acquistare.

Ci piace

  • Design in metallo bello e con bordi smussati
  • Display grande e nitido
  • Interfaccia utente moderna e leggera
  • Temi personalizzabili

Non ci piace

  • Nessun servizio Google Play
  • La porta di ricarica MicroUSB confonde
  • Non è semplice da acquistare
  • Incompatibile con le reti 4G LTE
2 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti