GuideSoftware

Recuperare dati da Hard disk o memoria USB danneggiati con GetDataBack

Recuperare dati

In un mondo sempre più smart e che punta sempre più sul cloud, l’archiviazione dei dati resta ancora un argomento abbastanza delicato: tra MicroSD, Dropbox e GDrive, non sono pochi gli utenti che continuano a salvare le foto ed i video scattati con il proprio smartphone sul proprio computer, anche per un senso di maggiore privacy. Ma per quanto riguarda la sicurezza dei dati contenuti negli hard disk o nelle memorie usb (es pennette)?

Argomento ancora più delicato rispetto a quello dell’archiviazione in generale. Il concetto di sicurezza, in questo caso, non va collegato alla privacy bensì alla possibilità non tanto remota che da un giorno all’altro il nostro hard disk smetta di funzionare e, quasi per magia, perdere l’accesso a tutti i nostri dati, foto e video inclusi.

Recuperare dati

Recuperare dati con GetDataBack: Introduzione

Come comportarsi in questi casi? Come recuperare dati da Hard disk danneggiato? Implorare la benedizione del dio “byte”, sperando in un miracolo? Forse, o forse basta seguire questa guida che noi di InformatBlog abbiamo preparato per tutti i nostri utenti, essendoci trovati nella stessa situazione proprio in questi giorni, riuscendo a risolvere grazie all’ausilio di un software quasi miracoloso: GetDataBack.

Bisogna comunque aggiungere che recuperare dati da Hard disk danneggiato utilizzando GetDataBack (come qualsiasi altro programma) non è sempre possibile, in quanto bisogna considerare le condizioni dell’hard disk e l’entità del danno. Nel nostro caso il problema era causato da alcuni settori danneggiati che, fortunatamente, non hanno impedito al programma di recuperare tutti i dati contenuti all’interno dell’hard disk o della memoria USB.

Recuperare dati con GetDataBack: Software

GetDataBack è un programma prodotto dalla Runtime Software che richiede una licenza di utilizzo, acquistabile sul sito web, per poter avere le funzioni complete. Cosa significa ciò? Che è disponibile una versione gratuita del software che ci permette di provare ad accedere al nostro hard disk danneggiato, di vedere i file contenuti in esso, ma non di salvarli, in quanto apparirà l’avviso della necessità della licenza.

In ogni caso, la versione di prova è utile a tutti gli utenti che vogliono avere la certezza del funzionamento del software sul proprio drive danneggiato prima di procedere con l’acquisto. Il software ha un costo di €94, e può essere acquistato da questo link. La versione di prova invece è disponibile qui.

Recuperare dati con GetDataBack: Procedura

  1. Acquistiamo e  scarichiamo il programma GedDataBack Simple
  2. Dopo l’installazione che si completerà in qualche minuto, avviamo il programma
  3. Colleghiamo ora l’hard disk al computer, tramite un box esterno o anche tramite un convertitore SATA/IDE-USB, e assicuriamoci che al collegamento, Windows esegua il tipico suono
  4. Avviamo il programma ora ed attendiamo che venga effettuata la ricerca dei drive collegati al pc
  5. 1 Al termine della scansione, apparirà la lista dei drive rilevati. Selezioniamo, controllando la capienza, l’hard disk danneggiato collegato prima al computer. Qualora non dovesse apparire nella lista, proviamo a scollegarlo e ricollegarlo, ed a riavviare il programma
  6. 2Ora ci verrà chiesto quale file system utilizzare. Selezioniamo quello con la percentuale maggiore, nel nostro caso il primo in alto
  7. 3Ora inizierà la scansione dell’hard disk che durerà qualche minuto. Qualora dovessero apparire errori di lettura, di settore danneggiato o altro, selezioniamo la voce Ignore o Skip ed attendiamo il completamento della scansione
  8. 4Ora, come per magia, apparirà la lista di tutti quanti i file presenti nel nostro hard disk. Ora abbiamo la possibilità di navigare nelle cartelle, riuscendo per esempio a raggiungere la cartella Desktop situata in Utenti-*Nome utente*
  9. 5Dopo aver selezionata la cartella (o la serie di cartelle) che vogliamo recuperare, clicchiamo con il tasto destro e selezioniamo la voce Copy
  10. 6Ora bisogna indicare la cartella dove verranno salvati i dati recuperati. Quindi, in To, clicchiamo sull’icona della cartella ed andiamo a selezionare la cartella desiderata. Ora clicchiamo su Ok per avviare il processo di recupero

Recuperare dati con GetDataBack: Conclusioni

Nel nostro caso, utilizzando un Netbook dotato di 1 Gb di RAM e di un processore dual-core di fascia bassa, abbiamo impiegato circa 6 ore per recuperare i dati dal nostro hard-disk danneggiato. Quello che consigliamo, qualora possibile, è di utilizzare un PC in queste occasioni in modo da poter collegare l’hard disk danneggiato direttamente alla scheda madre, evitandocosì di incorrere in problemi che potrebbero derivare dalla connessione USB.

Nonostante ciò , utilizzando un convertitore SATA/USB, siamo riusciti a recuperare tutti quanti i dati presenti nell’hard-disk, dai file di Windows alla cartella Programmi, fino ad arrivare alla cartella utente che conteneva tutte le foto ed i filmati delle nostre ultime vacanze. Dunque, GetDataBack promosso a pieni voti. Anche voi avete avuto occasione di recuperare dati da Hard disk o memoria usb danneggiati con GetDataBack? Raccontateci nei commenti la vostra esperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti