Caricamento in corso...
Android

Remix OS, come mettere Android sul computer desktop

Remix OS, appena uscito, è una variante Android che dona un’interfaccia in stile desktop ad Android. Ora è possibile installarlo su una chiavetta USB e provarlo sul proprio computer. Android non è esattamente costruito per tastiera e mouse, ma questo non ha fermato alcuni dal provarlo. Remix OS è prodotto dallo sviluppatore Jide, e vuole cambiare la situazione con l’aggiunta di un desktop, applicazioni a finestra e molto altro per Android. Ecco come provare la versione alpha molto sperimentale.

Attenzione: Secondo il sito web di Jide, questo sistema operativo è “per gli sviluppatori che non temono un bug o due”, ma è possibile che siano molto più di due: RemixOS è un concept impressionante ed è divertente giocarci, non aspettatevi che sostituisca il vostro computer. Tuttavia, se amate modificare il computer e giocare con del software sperimentale (il che potrebbe spiegare perché state ancora leggendo), continuare pure la lettura.

remix-os-android-informatblog

Materiale necessario

Per default, RemixOS gira su una chiavetta USB. Si può usare sia in modalità ospite, che inizierà di nuovo ogni volta che si esegue, o in modalità residente, che salverà tutte le app e i file sulla chiavetta USB, in modo da poter riprendere la sessione in seguito su qualsiasi computer. Per creare la chiavetta USB RemixOS, ecco cosa serve:

1- RemixOS per PC: è possibile scaricare il pacchetto di installazione per RemixOS da qui. Il pacchetto è di 700MB, quindi se avete una connessione lenta, avviate il download e fate uno spuntino.

2- Una chiavetta USB da 8 GB con velocità di 20 MB/s in scrittura: RemixOS richiede un minimo di 8 GB di spazio libero per funzionare. Se prevedete di utilizzare la modalità residente per mantenere il vostro desktop persistente, ovviamente ne serve di più. Inoltre, Jide raccomanda una chiavetta con velocità di 20 MB/s in scrittura. Nota: RemixOS cancellerà tutti i dati sulla vostra chiavetta USB, fate prima un backup di tutti i file che vi servono.

3- Un computer basato su x86: RemixOS è una variante x86 di Android e, come tale, funziona solo su computer con processori Intel e AMD. I computer basati su ARM (come molti Chromebook) e i vecchi Mac non funzionano. Avrete anche bisogno di un PC Windows, al fine di creare la chiavetta USB.

4- Boot da USB abilitato: La maggior parte dei computer odierni hanno la possibilità di fare il boot da USB, ma controllate il BIOS o il modello per essere sicuri.

La creazione della chiavetta USB avviabile impiegherà meno tempo di quanto la maggior parte delle installazioni dei sistemi operativi, ma ci vorrà ancora un po’ di tempo, quindi preparatevi all’attesa. Una volta che avete tutto il necessario, è il momento di iniziare.

Creazione chiavetta USB RemixOS

In primo luogo, è necessario creare la chiavetta USB avviabile su cui RemixOS continuerà a vivere. Una volta scaricati i file di installazione di RemixOS, attenetevi alla seguente procedura:

remix-os-informatblog

  • Inserite la chiavetta USB vuota.
  • Estraete i file di RemixOS sul PC.
  • Lanciate il file eseguibile RemixOS USB Tool.
  • Accanto a “ISO”, fate clic sul pulsante Sfoglia e selezionate il file .iso di RemixOS.
  • Accanto a “Disco USB” scegliete la lettera di unità associata con la chiavetta USB collegata.
  • Fate clic su OK.

Il programma di installazione inizierà a creare subito la chiavetta USB con RemixOS. Questo processo richiederà alcuni minuti. Una volta fatto, è possibile collegarlo al computer e avviare il boot da USB. Come accennato in precedenza, ci saranno due opzioni al primo avvio in RemixOS. Ecco come funzionano:

  • Modalità Ospite: consente di visualizzare in anteprima come funziona RemixOS. Qualsiasi applicazione installata, impostazione modificata o file scaricati saranno cancellati non appena si spegne il computer.
  • Modalità residente: Questo tratterà la penna USB come un computer portatile. Tutte le impostazioni modificate saranno ricordate, indipendentemente da quale computer si collega. Le applicazioni installate e i file scaricati saranno scritti sulla penna USB. Questo significa che il più grande è la chiavetta USB, più spazio serve per installare le cose.

Tenete a mente che anche se RemixOS aggiunge molto software su Android per renderlo più adatto a mouse e tastiera, la maggior parte delle app sono ancora progettate per una interfaccia touch. Potrebbero non funzionare molto bene, indipendentemente da RemixOS. Le app Android funzionano abbastanza bene con una interfaccia tradizionale, ma si devono ancora spianare alcuni dossi lungo la strada.

Installare alcune app (come Google Apps e il Play Store)

RemixOS non ha preinstallato il Google Play Store, o una qualsiasi delle relative app Google. Le precedenti versioni beta di RemixOS le avevano, quindi non è chiaro se si tratta di una svista o se Jide semplicemente non ha la licenza per distribuire il Play Store pubblicamente.

Fortunatamente è comunque possibile scaricare e installare applicazioni sulla propria versione di RemixOS. APK Mirror è un ottimo sito dove si trovano le versioni recenti di tonnellate di app popolari, tra cui i servizi di Google. Per scaricare app per RemixOS, attenetevi alla seguente procedura:

  • Cercate su APK Mirror l’applicazione che volete installare.
  • Assicuratevi di avere la versione corretta, dove è il caso. Per riferimento, RemixOS esegue Android 5.1.1. (Per installare Google Play Services, avrete bisogno di versioni che terminano in 270, secondo le istruzioni di APK Mirror)
  • Aprite le impostazioni, fate clic su Protezione e abilitare l’installazione da “Fonti sconosciute”.
  • Avviate il download dell’applicazione e fate clic sull’APK scaricata, quindi seguite le istruzioni per installarla.

Alcune applicazioni come Chrome funzionano relativamente bene, mentre altre come Netflix non partono nemmeno. Anche in questo caso, nessuna di queste app sono progettate per funzionare con RemixOS, quindi se una app non funziona, non date la colpa allo sviluppatore.

Quindi com’è?

Dopo tutto questo, probabilmente vi state chiedendo se vale la pena fronteggiare tutti i problemi, che sono abbastanza per mantenere lontani la maggior parte degli utenti occasionali. Ma va bene così! E’ una versione alpha per sviluppatori e appassionati. Ciò che funziona, tuttavia, dipinge un quadro piuttosto roseo per Android sul desktop.

Per cominciare, RemixOS ha ottimizzato l’interfaccia di base di Android per sentirsi molto più a casa sul desktop. C’è una barra delle applicazioni nella parte inferiore della schermata iniziale per lanciare le app, un menu di avvio, la ricerca dei file e di altre applicazioni installate, e uno spazio per cose come connessioni Wi-Fi, data e ora. Francamente, sembra molto più simile a un clone di Windows 10 che a una versione di Android.

Le app Android scalano piuttosto bene. RemixOS permette di ridimensionare le finestre arbitrariamente, proprio come si fa su Windows e OS X. Ciò potrebbe sembrare un gioco da ragazzi, ma tenete a mente che le app Android non sono mai state progettate per questo tipo di interfaccia. Nonostante ciò, la caratteristica funziona perfettamente. Se rende una finestra abbastanza piccola, l’applicazione imposterà un’interfaccia in stile telefono. Finestre più grandi utilizzeranno interfacce in stile tablet, se disponibili.

In definitiva, i problemi di compatibilità con le app significano che RemixOS è improbabile che sostituisca i dispositivi quotidiani. Tuttavia, dato che Android non è mai stato destinato ad essere un sistema operativo desktop, RemixOS fa un notevole lavoro nel convincerci che potrebbe anche diventarlo. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
One comment
  1. apk mirror file

    Thanks for the marvelous posting! I genuinely enjoyed reading it, you can be a great author.I will always bookmark your blog and will come back from now on. I want
    to encourage continue your great posts, have a nice morning!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti