Google

Le ricerche mobile superano le ricerche desktop su Google

Il capo della ricerca di Google Amit Singhal ha detto che per la prima volta questa estate, sono state completate più ricerche su Google da dispositivi mobili rispetto ai computer desktop. Singhal ha detto che Google completa di più di 100 miliardi di ricerche al mese. Il numero è particolarmente significativo perché Singhal parlava solo dispositivi con schermi minori di sei pollici, un dato che esclude molti smartphone e phablet.

Durante l’intervista con Kara Swisher a Code/Mobile giovedi, Singhal ha parlato del futuro dei prodotti di ricerca della società. “Sembra un po’ vecchio stile mettere le parole in una scatola”, ha detto la Swisher, sfidando Singhal sulla funzione di ricerca della società.

Anche se Google domina la quota di mercato di ricerca su computer desktop, è sempre più in concorrenza con Facebook e Apple per i browser web per cellulari. L’azienda che domina la pubblicità sul desktop sta lottando per monetizzare sui cellulari.

ricerca-mobile-supera-desktop-informatblog

Anche se il passaggio al mobile suggerisce che Google si sta adattando al nuovo panorama digitale, pone più di una sfida per la società in quanto la ricerca mobile è sempre più verticale. Gli acquirenti stanno sempre più scavalcando Google cercando prodotti direttamente su Amazon.

Singhal ha detto che progettando la ricerca per il mobile, l’azienda pensa a come si possono volere diverse opzioni di ricerca a seconda delle impostazioni e del dispositivo. Ha detto che non si vuole parlare al telefono quando si è seduti a una riunione, ma quando portate a spasso il cane potreste non voler digitare molto. Un modo in cui Google ha cercato di migliorare la ricerca sul cellulare è attraverso Google Now, il suo assistente personale. Ma Google Now deve affrontare la concorrenza di altri assistenti di riconoscimento vocale, come Siri di Apple e Cortana di Microsoft.

L’annuncio di Singhal arriva un giorno dopo che l’azienda ha presentato il suo Accelerated Mobile Pages Product. Come suggerisce il nome, il progetto si propone di aiutare le pagine web a caricare più rapidamente. Molti vedono il prodotto come un concorrente di Instant Articles di Facebook, anche se Google dice che non si limiterà alla pubblicazione di notizie. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti