Dati finanziari

I risultati finanziari del secondo trimestre di Samsung

Samsung Electronics dovrebbe annunciare i suoi risultati del secondo trimestre 2014 alla fine di luglio, seguendo quelli di Apple e di Facebook. L’azienda sudcoreana ha già fornito un’anteprima dei risultati, notando che i suoi profitti operativi dovrebbero scendere tra il 22,3% e il 26,5% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, mentre i ricavi potrebbero anche diminuire di circa il 10%. Alcuni fattori che potrebbero incidere sui risultati includono una valuta coreana forte (il Won coreano), un rallentamento delle vendite di smartphone e tablet, e maggiori costi di marketing per vendere le scorte di smartphone in eccesso in mercati come la Cina e l’Europa. Ecco una panoramica di alcune delle tendenze che potrebbero influenzare i guadagni di Samsung.

Rallentamento mercato smartphone

La divisione telefonia mobile di Samsung ha dimostrato di essere croce e delizia degli ultimi anni. Rappresenta oltre la metà dei ricavi della società e circa il 40% del suo valore. La società ha cavalcato l’onda della crescita degli smartphone grazie alla sua vasta gamma di telefoni che coprono tutte le fasce di prezzo, grazie alle sue capacità di marketing formidabili e alla sua rapida entrata nel mercato degli smartphone con grande schermo o phablet. Samsung ha avuto in mano circa il 30% del mercato degli smartphone a livello mondiale a partire dal Q1 2014, diventando così il più grande fornitore di smartphone attuale. Tuttavia il mercato degli smartphone dovrebbe rallentare, la società di ricerca IDC indica che i tassi di crescita per il 2014 potrebbero essere inferiori alla metà della crescita del 39,2% registrata lo scorso anno, con la crescita delle vendite destinata a rallentare a livelli di sola cifra entro il 2017. Samsung in particolare potrebbe sentire la crisi, considerando il suo modello verticalmente integrato di hardware come display e processori prodotti da sè stessa.

Debole differenziazione dei prodotti di fascia alta

La fascia alta del mercato degli smartphone sta diventando sempre più satura, a causa degli elevati livelli di penetrazione degli smartphone nei mercati sviluppati come gli Stati Uniti e l’Europa. Circa il 65% degli utenti di telefonia mobile negli Stati Uniti ha uno smartphone del 2013, e la situazione è identica in Europa. I nuovi Samsung Galaxy S e Samsung Galaxy Note, che in situazioni normali porterebbero buoni profitti a Samsung, potrebbero invece essere i più colpiti dal rallentamento del mercato, a causa della loro differenziazione del prodotto relativamente limitata in un mercato sempre più competitivo. Inoltre, Apple dovrebbe lanciare una versione a grande schermo del suo iPhone 6 entro la fine dell’anno, tale lancio priverebbe Samsung di una delle sue principali caratteristiche distintive e crediamo che l’anticipazione di un iPhone a schermo più grande potrebbe smorzare le vendite di phablet Samsung.

Concorrenza nella fascia bassa

Samsung sta affrontando anche i rivali di fascia bassa e media del mercato, che offrono ancora spazio per la crescita dei volumi a scapito dei margini. Produttori cinesi come la Huawei, Lenovo e Xiaomi, hanno introdotto prodotti con specifiche di fascia alta a prezzi bassi. Alcune di queste aziende vendono i loro prodotti a prezzi vicini al pareggio di bilancio, con l’obiettivo di fare soldi fornendo software aggiuntivo e servizi internet, in contrasto con il modello hardware-oriented di Samsung. Questi dispositivi a basso prezzo stanno trovando favore tra i clienti con poco budget. Secondo Gartner, la quota di mercato di Samsung in Cina, forse il più grande mercato per i cellulari di fascia bassa e fascia media, si attesta a circa il 18%, a un picco rispetto al 25% nel 2011.

Preoccupazioni di inventario in Cina e in Europa

Samsung ha indicato che la sua redditività per il secondo trimestre potrà essere colpita da stock in eccesso di alcuni telefoni. Ciò ha costretto l’azienda ad aumentare la spesa per il marketing al fine di terminare l’inventario e fare spazio ai nuovi lanci nel terzo trimestre. In Cina, per esempio, la società ha avuto difficoltà a vendere alcuni telefoni 3G nel momento in cui i clienti stanno guardando al lancio della prossima generazione di reti 4G LTE. La società ha anche notato che stava affrontando problemi di inventario in Europa. Questo è un problema, dal momento che gli smartphone premium rappresentano un gran numero di vendite nel mercato europeo e questo potrebbe indicare vendite iniziali più deboli attese per l’ultimo portatile di punta dell’azienda, il Galaxy S5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti