Caricamento in corso...
Apple

Samsung alla fine accetta di pagare 500 milioni di euro ad Apple

Quasi cinque anni dopo che Apple ha portato in tribunale Samsung per violazione dei suoi brevetti per gli smartphone, sembra che il gigante sudcoreano sia pronto a pagare. In una dichiarazione congiunta di entrambe le aziende depositata presso il tribunale americano, Samsung ha confermato che pagherà ad Apple 548.000.000 di dollari (all’incirca poco più di 500 milioni di euro) prima del 14 dicembre se riceverà una fattura prima della fine della settimana.

Dopo anni di cause legali e ricorsi, ricevere più di mezzo miliardo di euro è una vittoria importante per Apple. Ma anche se Samsung sembra capitolare, sta cercando di recuperare qualche soldo. La dichiarazione sottolinea che Samsung “continua a riservare tutti i diritti di ottenere il rimborso da parte di Apple”, anche se nello stesso documento, Apple contesta tali diritti.

samsung-apple-tribunale-informatblog

Apple ha citato in giudizio Samsung originariamente nella primavera del 2011, solo uno dei tanti casi di quel momento nella tentacolare guerra ai brevetti per smartphone. Nel 2012, un tribunale diede ragione ad Apple, giudicando che Samsung violà i brevetti della società per caratteristiche come il tocco con due dita per lo zoom e vari altri gesti multitouch.

Apple ha chiesto 2,5 miliardi di euro di danni e ne ha ricevuti poco più di 1 miliardo, ma i vari appelli di entrambe le parti hanno fatto rimbalzare questi dati avanti e indietro nel tempo, con Samsung che ne doveva prima ulteriori 930.000.000 e poi adesso 548.000.000: questa è la cifra che ha infine accettato di pagare.

Ma, come sempre, ci sono diverse controversie per Apple. Non solo la riserva di dichiarazione congiunta dà il diritto a Samsung di riprendere un po’ di questi soldi nei casi futuri, ma questa estate, l’azienda sudcoreana ha annunciato che avrebbe richiesto una revisione della Corte Suprema per questa vicenda giudiziaria. L’analista Florian Mueller (che per primo ha notato la dichiarazione congiunta) osserva che se il giudice accettasse il ricorso, sarebbe probabile un nuovo processo.

Allo stesso tempo, l’ufficio brevetti americano è sotto pressione per l’assegnazione di alcuni brevetti di Apple. Come Platone disse in modo così preveggente: solo i morti vedranno la fine della guerra dei brevetti per smartphone. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti