News

Samsung acquista SmartThings per i servizi di domotica

Non c’è mai stata tanta attività intorno a cose che possono controllare luci e allarmi di fumo in casa. Mentre Google ha Nest e Apple ha HomeKit, Samsung non ha ancora nulla con cui rispondere. Ma da oggi sembra che abbiano a portata di mano la soluzione, con un’acquisizione davvero sensazionale: Samsung ha infatti acquisito l’azienda SmartThings, che si occupa di servizi di domotica.

Questo fatto starà a significare un altro grosso problema ingegneristico di uniformazione di standard oppure maggiore innovazione? Nessuno può dirlo, ma di sicuro la concorrenza tra queste multinazionali spingerà i prezzi in basso a tutto vantaggio del consumatore, perché è bene dire che niente di questa roba è abbastanza a buon mercato per il consumatore medio.  

SmartThings ha a che fare con la domotica, e consente di collegare dispositivi come luci e serrature ad un sistema controllato dal vostro telefono cellulare. E ha raccolto oltre 15 milioni di dollari USA da investitori tra cui figurano Greylock, Highland Capital, First Round Capital, SV Angel, Lerer Ventures, David Tisch, A-Grade Investments, CrunchFund e Box Group.

Samsung molto probabilmente ha acquistato la startup per cercare di contrastare gli sforzi di Google con il suo Nest. Con questo acquisto, Samsung ottiene una piattaforma domotica matura, che ha solo bisogno di qualche aiuto di marketing. Ma questo non sarà un problema per Samsung, che ha un budget di marketing pesante.

Con milioni di dispositivi collegati che popoleranno il nostro mondo è quasi normale pensare ad un futuro nel quale ogni dispositivo in casa nostra ha un collegamento in diretta sul web, e può essere controllato dai nostri dispositivi. I produttori sono quindi a lavoro per offrire soluzioni intelligenti per i consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti