Apple

Samsung porterà la battaglia legale con Apple alla Corte Suprema

Sono passati tre anni da quando Samsung ha perso la sua battaglia multimilionaria sui brevetti contro Apple, ma l’azienda sudcoreana sta ancora cercando di ribaltare il giudizio. Dopo che la Federal Circuit Court of Appeals ha respinto l’appello di Samsung di riconsiderare la decisione contro i danni del caso, il produttore dei telefoni Galaxy ha deciso di rivolgersi alla Corte Suprema degli Stati Uniti per chiedere aiuto. Mercoledì scorso, Samsung ha presentato i documenti al tribunale chiedendo alla più alta corte della nazione di rivalutare la lunga battaglia legale.

“Le questione presenta problemi di enorme importanza per le controversie sui brevetti e la portata delle innovazioni, in particolare nei settori ad alta tecnologia”, ha scritto Samsung nel suo appello. Si tratta di un bel tentativo da parte della società, ma l’appello probabilmente troverà alcuni sostenitori della Silicon Valley: il San Jose Mercury News segnala infatti che aziende tra cui Google e Facebook potrebbero sollecitare la Corte Suprema per esaminare nuovamente il caso. La stessa Corte ha tempo fino alla fine del suo attuale mandato (il prossimo giugno) per decidere se riaprire o meno la battaglia legale.

Samsung ha già avuto un certo successo nel sostenere che i suoi prodotti non hanno violato brevetti di Apple. Il verdetto originale nel 2012 che concedeva ad Apple poco più di 1 miliardo di dollari di danni è stato successivamente ridotto a 930 milioni di dollari, e in maggio, la corte d’appello ha ordinato che una parte di questo totale, ossia 382 milioni di dollari, potesse essere riconsiderata. Un secondo caso giudiziario separato tra le due aziende, iniziato nel 2014, si è concluso con Apple che ha ricevuto 119.000.000 di dollari di danni. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti