Microsoft

Samsung chiede di invalidare il contratto con Microsoft

Samsung ha chiesto ai giudici di dichiarare la nullità di un contratto in base al quale la società ha pagato a Microsoft più di 1 miliardo di dollari l’anno scorso, secondo una richiesta presentata al tribunale.

Microsoft ha citato in giudizio Samsung la scorsa estate, dicendo che il gigante coreano di telefonia mobile non aveva rispettato i termini dell’accordo tra le società, non riuscendo a pagare gli interessi lo scorso autunno sul costo annuale di 1 miliardo di dollari per utilizzare la tecnologia Microsoft nei telefoni Samsung. Samsung e altre aziende che producono smartphone e tablet Android hanno accettato di pagare i diritti di brevetto per la proprietà intellettuale di Microsoft presumibilmente inclusi nella tecnologia Android.

microsoft-samsung-informatblog

Samsung per mesi non ha risposto pubblicamente alla causa di Microsoft. Ma in una richiesta presentata al tribunale giovedi, Samsung ha sostenuto che l’acquisto da parte di Microsoft della divisione mobile di Nokia avvenuto nel mese di aprile ha violato il contratto di collaborazione tra imprese firmato nel 2011.

Microsoft in precedenza aveva rivelato che Samsung aveva pagato oltre un miliardo di dollari l’anno scorso nell’ambito del contratto di licenza di brevetto. L’accordo di licenza delle imprese si estende per sette anni. Samsung paga a Microsoft una somma non rivelata per ogni smartphone o tablet Android che vende.

Samsung ha detto che dato che Microsoft è diventata una concorrente nel business dei telefoni si è permessa di interrompere sia il suo patto di collaborazione aziendale che l’accordo sulle licenze dei brevetti. La battaglia legale delle imprese mostra che l’acquisto da 9,4 miliardi dollari di Nokia da parte di Microsoft, che ha spinto quest’ultima nel campo dei dispositivi portatili per la prima volta, ha complicato il rapporto del gigante del software con un partner importante.

Samsung era un’alleata di Microsoft. I due lavorarono insieme sui computer touch-screen, per esempio. Samsung ha detto in tribunale che non era in concorrenza con Microsoft fino all’acquisto di Nokia da parte del rivale. “Gli accordi sono stati destinati a incarnare una collaborazione tra un produttore e un fornitore”, ma l’acquisizione di Nokia ha “incentivato Microsoft a promuovere i propri smartphone rispetto a quelli fabbricati e venduti da Samsung,” ha detto Samsung.

“Microsoft è fiduciosa che i motivi sono forti e che avremo successo”, ha detto un portavoce venerdì. Un rappresentante degli Stati Uniti di Samsung non ha risposto ad una richiesta di commento al di là del deposito legale ufficiale.

Microsoft ha chiesto alla corte di far rispettare i termini del contratto del 2011 con Samsung, dichiarando che l’acquisizione di Nokia non invalida l’accordo preesistente delle imprese. Microsoft ha chiesto anche 6,9 milioni di dollari di danni perché Samsung ha pagato in ritardo il conto da un miliardo dollari l’anno scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti