Samsung

Samsung Galaxy S6 farà rimuovere le app preinstallate

Acquistate un Samsung Galaxy S6 o S6 Edge, e pare che non sarete costretti a tenere tutte le app installate su di esso. Gli screenshot del prossimo smartphone Galaxy S6 Edge pubblicati la scorsa settimana sul forum XDA Developers mostrano che è possibile disinstallare o disattivare le app preinstallate che in passato avrebbero resistito alla rimozione.

Le tre immagini mostrano diverse app Samsung già disabilitate e i simboli di eliminazione per esse, tra cui S Health e S Voice e diverse applicazioni di Google, tra cui YouTube, Gmail, Google+ e anche il Google Play Store. I nuovi smartphone saranno disponibili in diversi paesi dal prossimo 10 aprile.

samsung-galaxy-s6-rimuove-app-informatblog

I telefoni Samsung Galaxy passati sono stati criticati per cui un gran numero di app – denominate bloatware – che non possono essere disinstallate. La società ha cercato di ridurre il numero di tali app con il suo Galaxy S5 e poi con l’S6. Ma ci si possono comunque trovare app precaricate che non si vogliono più tenere sul telefono.

In particolare, Google ha dovuto affrontare problemi di antitrust sulla sua politica di costringere i produttori di dispositivi Android ad accettare la sua serie di app, come Google Search, Google Play e YouTube. Una querela presentata a maggio in America ha accusato Google di creare accordi segreti con i produttori di dispositivi Android per garantire che le proprie app vengano caricate sui loro dispositivi. Anche l’Unione europea guarda Google da vicino dopo presunte violazioni antitrust relative alle app. E il mese scorso, il motore di ricerca russo Yandex ha chiesto un’indagine per Google per lo stesso motivo.

La capacità di eliminare le app preinstallate dovrebbe aiutare la reputazione di Samsung tra gli utenti stanchi del bloatware, così come potrebbe dare a Google alcune munizioni nelle sue battaglie antitrust: adesso può sostenere che gli utenti possono eliminare le sue app, almeno sui nuovi telefoni Galaxy S6.

Samsung non ha risposto alla richiesta di commenti proveniente da CNET (fonte).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti