Samsung

Samsung Galaxy Tab S3: un buon tablet di cui finirete per dimenticarvi

Android in questo momento è un sistema operativo formidabile. Tuttavia, esteso a tablet di oltre 7 pollici, le cose non vanno realmente alla perfezione. Con il suo nuovo Samsung Galaxy Tab S3, l’azienda coreana sta cercando di rompere questo incantesimo infame, ma non siamo sicuri se sarà in grado di avere successo.

Estetica e costruzione

Cominciamo con l’estetica, che è probabilmente la cosa migliore. Il suo design non è innovativo, ma l’uso del vetro anziché della plastica sul retro è un miglioramento enorme e notevole rispetto al Galaxy Tab S2 del 2015.

Questo fatto da solo rende il tablet molto più piacevole da tenere in mano, e i 429 grammi sono ben distribuiti in tutti i 9,35 x 6,65 centimetri. Il frontale ospita anche un altro punto di forza del dispositivo, il suo display.

Samsung Galaxy Tab S3

Lo schermo

Lo schermo da 9,7 pollici ha una risoluzione 2048×1536, che è assolutamente valida per il tipo di distanza a cui si dovrebbe utilizzare; naturalmente, non darà lo stesso risultato di uno schermo QHD su uno smartphone, ma ci sono altre cose che contano di più.

Una per tutte, la riproduzione dei colori è in tipico stile Samsung, il che significa che la saturazione è ben equilibrata e fornisce immagini vivide e colorate che non fanno una piega anche da angoli di visione scomodi, forse a causa della combinazione di AMOLED. Il display supporta anche la nuova tecnologia HDR.

Audio, video e accessori

Non va certo usato come macchina fotografica professionale, ma è chiaro che Samsung si è concentrata su produttività e intrattenimento. Per quanto riguarda quest’ultimo, il Samsung Galaxy Tab S3 è dotato di un sistema stereo a 4 altoparlanti, realizzato da AKG per l’occasione. E’ stato difficile giudicarne la sua qualità all’MWC per via del rumore, ma sicuramente saranno ottimi.

Se non l’avete notato, ci sono cenni continui all’iPad Pro, in quanto questo dispositivo è esattamente ciò che Samsung sta cercando di sconfiggere. Non siete ancora convinti? Che ne dite di questo: per la prima volta in un dispositivo della serie Galaxy Tab, c’è anche – rullo di tamburi – una S Pen!

Si tratta di una versione rivisitata degli sforzi precedenti della società: è ora più grande e più lunga, interamente in gomma e piacevole da tenere in mano, e con 4096 livelli di sensibilità alla pressione e le nuove funzioni di inclinazione è ora possibile scrivere e disegnare anche con il lato della punta.

Analogamente agli altri modelli della serie Galaxy Note, è utile per prendere appunti al volo, fare zoom, fare screenshot, e anche fare GIF. Pur non avendo un posto per farla scorrere né una parte magnetica per fissarla, la S Pen non ha bisogno di essere ricaricata, e le sue facce piane evitano di rotolare via ogni volta che si appoggia lo strumento su una superficie leggermente irregolare.

C’è anche una tastiera fisica che Samsung dice essere uno strumento di produttività realizzato apposta per il Galaxy Tab S3, ma onestamente sembrava una sorta di ripensamento: i tasti hanno una buona corsa, ma nient’altro. Non c’è retroilluminazione, la dimensione è piccola e il modo in cui si mette a contrasto col tablet fa chiedere ogni volta se vanno usati i tasti fisici o semplicemente la tastiera touchscreen. In breve, di certo non rende Samsung Galaxy Tab S3 un computer portatile, e anche come ibrido, è assolutamente discutibile.

Fotocamere e caratteristiche tecniche

Sotto il display si trovano i tre tasti tipici di Samsung, con due tasti capacitivi che fiancheggiano il tasto home cliccabile, che ospita anche un sensore di impronte digitali. Ci sono due telecamere, una da 13 MP e una da 5MP, rispettivamente posteriore e anteriore, che completano il semplice (anche se sobrio) design esterno.

Al suo interno, il Samsung Galaxy Tab S3 non ha sorprese, purtroppo, e forse persino alcune scelte discutibili. Una di queste è sicuramente la scelta di inserire il processore Qualcomm Snapdragon 820, ormai vecchio e che farà dubitare che il tablet possa tenere il passo coi tempi quando in futuro vi saranno numerose app aperte in contemporanea, o se ciò avrà effetti sulla durata della batteria.

Parlando proprio della batteria, vi è una unità da 6000mAh all’interno del Samsung Galaxy Tab S3. Non è enorme, ma certamente nemmeno piccola. 4GB di RAM e 32GB di memoria integrata completano il prodotto, con la presenza tanto accolta di uno slot MicroSD al seguito per un’espansione massima fino a 256 GB.

Conclusioni finali

L’essenza del Samsung Galaxy Tab S3 è che è solo un altro tablet Android che in realtà non fa niente per convincere gli utenti che Android Nougat è un sistema operativo pronto per i tablet. Se avete solo bisogno di un dispositivo per navigare sul web e usare Spotify e Netflix, probabilmente rimarrete soddisfatti, ma gli utenti più avanzati non butteranno mai via il loro portatile Windows 10 (o anche un Chromebook) per usare il Galaxy Tab S3.

C’è anche la grande questione del prezzo, che la società deve ancora comunicare. Certo non sarà a buon mercato, e sarà ovviamente un fattore importante quando dovremo parlare del giudizio finale. Il Samsung Galaxy Tab S3 uscirà sul mercato nel mese di aprile. (Fonte)

Rispondi

Le guide più interessanti