Gossip e frivolezze

Samsung e l’Ice Bucket Challenge

Ormai avete probabilmente visto numerosi video di persone che si fanno tirare secchi d’acqua ghiacciata sulla testa come parte dell’ “Ice Bucket Challenge” una bravata virale progettata per raccogliere fondi e sensibilizzare l’opinione pubblica contro la SLA (nota anche come il morbo di Lou Gehrig) e per la ricerca. Capi di aziende di tecnologia, celebrità e gente comune si sono tutti immolati per una buona causa, o forse solo per cavalcare la cresta dell’onda su internet.

La popolarità dell’Ice Bucket Challenge ha dato origine ad una sorta di reazione, così come ad una reazione alla reazione. Qualunque cosa si pensi, chiaramente c’è del marketing qui che aspetta solo di essere sfruttato. Quel suono sibilante che si sente è il team di marketing di Samsung, con sede nel Regno Unito, in sella per affrontare la sfida.

Nel video che vi mostriamo in fondo all’articolo, lo smartphone di punta dell’azienda, il Samsung Galaxy S5, viene bagnato con acqua ghiacciata poi chiama l’Apple iPhone 5S, l’HTC One M8 e il Nokia Lumia 930 per prendere parte alla sfida. Mentre il livello di tatto in questione qui è chiaramente discutibile, Samsung almeno guadagna alcuni punti onore per non menzionare la valutazione impermeabile del suo telefono. Anche se i tre telefoni concorrenti chiamati non abbiano tale caratteristica. Molto subdolo, Samsung.

Praticamente l’unica cosa che salva Samsung in questo caso è il suo incoraggiare le donazioni – in questo caso, per Motor Neurone Disease Association. Quindi, ben fatto, Samsung.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti