Gossip e frivolezze

Samsung: multa di $ 340.000 per campagna diffamatoria

samsung_logo

Qualche mese fa (ad Aprile per la precisione) l’autorità sud coreana, FTC (fair Trade Commision), ha aperto un’inchiesta che vedeva come accusava la rinomata azienda produttrice di smartphone, Samsung, di aver intrapreso una campagna diffamatoria contro le altre aziende, il tutto pagando un’indennità ai diversi blog taiwanesi.

L’accusa non finisce qui. Oltre a pagare per sfavorire la concorrenza, l’azienda avrebbe chiesto di far risaltare i prodotti da essa commercializzati in modo da non farla sfigurare davanti all’ingenua clientela. Secondo il documento rilasciato dalle autorità sudcoreane, Samsung avrebbe coinvolto anche altre aziende, che avrebbero agito a suo favore.

Secondo alcune voci, che non sono riportate sul documento precedentemente citato, l’azienda simbolo della campagna diffamatoria avviata da Samsung è stata una delle sue più pericolose rivali in fatto di concorrenza, ovvero HTC. Presa di mira dai blogger taiwanesi controllati dall’azienda sud coreana.

Ora che l’inchiesta si è conclusa Samsung è stata multata di ben $340.ooo affiancati ai $100.000,  che ogni altra azienda coinvolta dovrà sborsare. Samsung è intervenuta giustificandosi del reato commesso, dichiarando che la società ha sempre intrapreso “una comunicazione trasparente ed onesta con tutti i consumatori”.

Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti