Samsung

Samsung nega i grossi tagli al personale

Il Chief Financial Officer di Samsung Lee Sang-hoon ha negato i rapporti secondo i quali la società sta tagliando il 10% del proprio personale presso la sede centrale, dicendo che saranno trasferiti invece che licenziati. Ha parlato in riferimento alla pubblicazione del Korea Economic Daily di mercoledì secondo la quale la società, che ha subito sette trimestri consecutivi di contrazione del profitto, sta cercando di tagliare un decimo dei suoi dipendenti.

In quella che Sang-hoon ha chiamato “riassegnazione standard“, il personale della contabilità, delle risorse umane e delle relazioni pubbliche saranno inviate al marketing o alle vendite. Oltre a una riduzione del 10% del personale, il coreano Economic Daily ha anche detto citando una fonte non identificata che Samsung spera di ridurre le sue spese di funzionamento del 50% nel 2016.

samsung-licenziamenti-informatblog

Un portavoce di Samsung ha detto a CNET Corea che il taglio delle spese è un processo in corso in azienda da diversi anni, ma ha rifiutato di riconoscere qualsiasi obiettivo specifico per questo o il prossimo anno.

Nonostante sia il leader globale del mercato degli smartphone con una quota del 21,4%, il produttore di telefoni, tablet, laptop e computer ha subito sette trimestri consecutivi di calo di profitti. Più di recente, nel mese di luglio, Samsung ha registrato un utile netto di 4.9 miliardi di dollari per il secondo trimestre del 2015, in calo dell’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Edison Investment Research ha pubblicato alcuni dati relativi ai recenti guai finanziari della società a causa di imprecise previsioni della domanda per i modelli di Galaxy S6 Edge. “Il Samsung Galaxy S6 Edge è significativamente più costoso rispetto al normale Galaxy S6 e dato che i dispositivi precedenti dallo schermo curvo non hanno venduto bene, Samsung era razionale nella sua aspettativa che il normale Galaxy S6 avrebbe venduto più dell’Edge di quattro volte. Purtroppo questo non è stato il caso, in quanto la domanda è stata più o meno la stessa, lasciando i negozi con una carenza di S6 Edge e avanzi del normale S6″.

Mentre Samsung continua a dare battaglia ad Apple per il primo posto nel mercato di fascia alta, le aziende cinesi come Xiaomi e Huawei continuano a guadagnare terreno nel segmento sempre più importante degli smartphone di fascia bassa, danneggiando le vendite dei dispositivi più economici di Samsung, come lo Z1 e il Galaxy A7. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti