iPhone

Tegola su Samsung: non farà i processori per iPhone 7

Secondo un rapporto del sito web di notizie della Corea del Sud The Electronic Times, la Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, meglio conosciuta come TSMC, ha raggiunto un accordo con Apple per diventare l’unico fornitore del processore utilizzato nella prossima generazione di iPhone. TSMC e Samsung hanno condiviso il compito di costruire i processori per iPhone 6s e iPhone 6S Plus.

Il rapporto afferma che TSMC ha battuto Samsung nella gara d’appalto grazie alla sua tecnologia di produzione a 10 nanometri. TSMC dovrebbe poter entrare nella piena fase di produzione del chip di nuova generazione, probabilmente chiamato A10, intorno al mese di giugno. L’iPhone 7 dovrebbe essere invece annunciato il prossimo mese di settembre.

samsung-galaxy-s7-news-informatblog

TSMC in particolare ha prodotto il chip A8 che si trova negli iPhone 6 e iPhone 6 Plus, ma Samsung è tornata alla carica per assumersi una parte della produzione del chip A9 utilizzato negli iPhone 6S e negli iPhone 6S Plus. Con questa collaborazione, però, è arrivata anche una notevole quantità di polemiche.

Dopo il lancio degli iPhone 6s e 6s Plus l’anno scorso, gli utenti hanno iniziato a notare le differenze di prestazioni dei modelli che utilizzano il chip TSMC e il chip Samsung: i test e i benchmark hanno dimostrato che un iPhone 6s con il chip TSMC funziona meglio ed ha una migliore durata della batteria rispetto ad un iPhone con un processore Samsung. Apple ha commentato la discrepanza, dicendo che “anche tenendo conto delle differenze di componenti” la durata della batteria tra i modelli di iPhone 6S potrebbe variare del 2-3% l’uno dall’altro.

C’è stata anche una polemica che ha circondato il modo in cui Samsung è andato a vincere parte del business della produzione dei processori A9: un tribunale di Taiwan ha stabilito che un ex direttore di ricerca e sviluppo TSMC ha rivelato una serie di segreti commerciali della società a Samsung, permettendogli di recuperare terreno e vincere la co-produzione del chip A9. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti