Samsung

Samsung Pay, svelati i primi numeri del rivale di Apple e Android Pay

Decine di migliaia di utenti si stanno iscrivendo ogni giorno al servizio di pagamento mobile di Samsung. Nel suo primo mese in Corea del Sud Samsung Pay, rivale di Apple Pay e Android Pay, ha effettuato transazioni per un valore di 30 milioni di dollari.

Le cifre sono le prime ad essere rilasciate da una società importante nel settore dei servizi di pagamento mobile, che puntano a diventare un’alternativa per gli acquirenti che pagano in contanti o strisciano la carta di credito nei negozi. I dati di Samsung presentano modesti progressi con il suo servizio, ma mettono in luce anche fino a che punto può spingersi nel suo paese d’origine.

Samsung Pay ha debuttato in Corea del Sud nel mese di agosto, e farà il suo debutto negli Stati Uniti il prossimo 28 settembre. Per utilizzare Samsung Pay, gli utenti devono aprire un account inserendo i dati della carta di credito, dopodichè possono pagare ciò che acquistano semplicemente toccando i loro telefoni su un dispositivo installato nel negozio che utilizza la tecnologia wireless. Apple Pay e Android Pay utilizzano invece la tecnologia NFC per accettare i pagamenti.

samsung-pay-informatblog

Apple ha introdotto Apple Pay lo scorso anno mentre Android Pay ha iniziato lentamente a uscire il 10 settembre. Ma ciò che rende Samsung Pay diverso da Apple Pay e Android Pay è che i commercianti possono accettare pagamenti utilizzando i terminali di carta di credito esistenti. Non hanno bisogno della tecnologia NFC, richiesta invece da Apple e Google, per funzionare.

Ad un evento di San Francisco in collaborazione con Visa Injong Rhee, direttore di Samsung Pay, ha detto che la sua azienda ha già gestito 1,5 milioni di transazioni. Egli ha aggiunto che decine di migliaia di sudcoreani si stanno registrando ogni giorno, senza però dire quanti utenti in totale ci sono.

E’ impossibile confrontare i dati di Samsung con quelli dei suoi rivali. Finora Apple non ha rivelato i dati sulle transazioni e nemmeno il numero di utenti; uno dei pochi dati che Apple ha rivelato è che prevede che 1,5 milioni di negozi accetteranno Apple Pay negli Stati Uniti entro la fine del 2015.

Auriemma Consulting Group, tuttavia, ha stimato che l’adozione di Apple Pay è relativamente alta. In un sondaggio è emerso che il 42% dei proprietari americani di iPhone 6 e iPhone 6 plus hanno usato Apple Pay almeno una volta. Il metodo di pagamento di Apple ha certamente un vantaggio sia su Samsung Pay che su Android Pay. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti