Mercati emergenti

Samsung Pay: un milione di utenti in ​​due mesi in Corea del sud

Il servizio di pagamenti mobile di Samsung continua a crescere nel suo paese d’origine, la Corea del Sud, raggiungendo il nuovo traguardo di un milione di utenti attivi. Samsung Pay fu lanciato due mesi fa nel paese e adesso è supportato dalla maggior parte delle banche e dei grandi negozi. Samsung afferma che i pagamenti quotidiani superano 1.800.000 dollari spesi al giorno, e che in tutto 88 milioni di dollari sono stati spesi dal lancio.

Non è stato difficile per Samsung Pay prendere piede in Corea del Sud, considerando le forti vendite del Galaxy S6, S6 Edge e del Samsung Galaxy Note 5. Il sistema di pagamento ha avuto una buona quantità di pubblicità e di sostegno nel paese, dando una spinta a molti utenti per provare il servizio.

samsung-pay-milione-utenti-corea-informatblog

La vera prova per Samsung Pay sarà quella di cercare di conquistare clienti in Europa e negli Stati Uniti. Il servizio di pagamenti sta per arrivare negli Stati Uniti a fine mese, ma arriva senza l’enfasi che Apple Pay ricevuto quando fu lanciato all’inizio dell’anno.

Samsung Pay ha una caratteristica che sia Apple Pay che Android Pay non hanno, ossia la Magnetic Secure Transmission (MST). Ciò elimina le limitazioni degli altri servizi, che funzionano solo con i lettori contactless, e ciò consentirà agli utenti di pagare usando i normali lettori di cassa, molto più diffusi.

Samsung è in competizione con Google per il servizio di pagamenti più popolare su Android. Google ha una base di utenti molto più ampia, dal momento che può attingere a ogni cellulare con sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, mentre Samsung Pay funziona solo su alcuni dispositivi Samsung.

Il servizio di pagamenti attualmente funziona sia offline che online in Corea del Sud, e può essere usato per prelievi di contante presso la maggior parte delle grandi banche del paese. Samsung prevede di aggiungere il supporto per le carte fedeltà entro la fine dell’anno, ma non ha confermato se esso verrà aggiunto anche alla versione USA. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti