Altri accessoriSamsung

Samsung raddoppia la durata della batteria dello smartphone

I ricercatori di Samsung Electronics hanno presentato un nuovo processo per la costruzione di batterie agli ioni di litio (Li-ion) che potrebbero quasi raddoppiare la durata delle fonti di energia per smartphone e auto elettriche.

In una ricerca pubblicata da Nature Communications, il team di Samsung ha rivelato di aver sviluppato un metodo che consente l’utilizzo di silicio come un materiale attivo per future batterie agli ioni di litio che aumenterà la loro densità di energia di 1,8 volte sulla prima carica, e di 1,5 volte sul ciclo di carica numero 200.

batteria-samsung-raddoppia-smartphone-informatblog

Il team Samsung ha riportato che inserire uno strato di grafene sulla superficie del silicio elimina i problemi legati ai cambiamenti di volume di silicio in più cicli di carica e scarica, che porterebbe ad un indebolimento della densità di energia del materiale e del ciclo di vita. A livello più semplice, il silicio può scorrere tra strati di grafene per creare un rivestimento senza carburo che può aumentare la densità di energia della cellula completa quando viene combinato con un catodo commerciale litio cobalto ossido, rivela il documento di ricerca.

Sebbene gli esperti del settore abbiano affermato a Business Korea che potrebbero volerci fino a due anni per commercializzare il nuovo approccio, la mossa potrebbe rivelarsi un significativo punto di differenziazione negli smartphone futuri della società.

L’azienda sudcoreana ha messo in primo piano la durata della batteria durante la presentazione del nuovo smartphone Galaxy S6 al Mobile World Congress a marzo. Tuttavia, invece di riferire aumenti della vita media della batteria, Samsung si è concentrata sulla velocità di ricarica con il suo ultimo dispositivo di fascia alta: gli utenti possono ottenere fino a quattro ore di durata della batteria in soli 10 minuti di ricarica.

Dyson, un produttore britannico di aspirapolveri senza sacchetto e altri prodotti innovativi, ha annunciato a marzo che sta sostenendo lo sviluppo di una batteria a stato solido in grado di contenere il doppio della energia delle attuali batterie agli ioni di litio. L’azienda ha investito 13,4 milioni di euro per acquisire Sakti3, una società fondata da alcuni ricercatori della University of Michigan, con una mossa che ha concesso a Dyson i diritti esclusivi per la produzione e l’uso di batterie di Sakti3. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti