Dati finanziari

Samsung mostra segnali di ripresa

Dopo quasi due anni di sofferenze a causa della concorrenza, Samsung potrebbe finalmente essere in via di guarigione. Il suo nuovo smartphone di fascia alta, il Galaxy S6, ha avuto forti prevendite. Ha sostituito Qualcomm come creatore di chip per l’iPhone, realizzato dal suo concorrente principale, Apple. E una lista semplificata di prodotti potrebbe aiutare a competere con i dispositivi di fascia bassa che dominano il mercato in Cina.

La prova di una potenziale inversione di tendenza potrebbe anche essere in queste parole: Samsung ha detto Martedì che si aspetta che i suoi utili per il primo trimestre del 2015 mostrino un calo dell’utile operativo ancora ripido, ma che inizia a livellarsi.

Una Samsung che risorge lancia una sfida diretta ai produttori di smartphone cinesi, che devono trovare un modo per competere al di fuori del proprio mercato domestico con importanti multinazionali. La popolarità iniziale del Galaxy S6 potrebbe rendere difficile per le imprese cinesi farlo con prodotti di fascia alta.

samsung-andamento-informatblog

“Guardate Huawei, ZTE e altre società cinesi”, ha detto Bryan Ma di IDC. “La loro ambizione è quella di uscire dalla fascia bassa”. Ha aggiunto che sarebbe difficile per Samsung fare soldi in quel mercato. “E’ una guerra dei prezzi sanguinosa” ha detto.

La forte concorrenza ai margini inferiori e superiori del mercato degli smartphone ha eroso lo status di Samsung come marchio più venduto al mondo, secondo IDC. Alcuni dei più grandi problemi di Samsung sono arrivati dalla Cina, dove ha lottato per competere nella fascia bassa con aziende come Huawei e Xiaomi. Il periodo di crescita torrida nel mercato cinese si sta moderando, ma gli analisti si aspettano nuovi impatti in altri mercati in via di sviluppo fortemente popolati, come l’India e il Sud-Est asiatico.

Per Samsung, che stabilisce nuovi fronti di concorrenza in cui la società può trarre vantaggio dalla forza del suo marchio, il marketing e l’esperienza in tutto il mondo serviranno per sconfiggere i rivali cinesi. Ad esempio, in India nel quarto trimestre dello scorso anno Samsung ha avuto una quota di mercato del 22%, a fronte del 4% di Xiaomi, secondo IDC.

Il rilascio del Galaxy S6 può aiutare a compensare la prestazione stellare di iPhone 6, mettendo più pressione sui rivali più piccoli che cercano di farsi un nome – e maggiori profitti – con dispositivi di punta sgargianti e costosi.

Gli analisti dicono che il Galaxy S6, che vanta nuove caratteristiche come un involucro di metallo e una versione con schermo curvo sui lati, offre una freschezza stilistica necessaria. “Penso che il motivo per cui Samsung si è trovata in difficoltà scorso anno è che ha lanciato prodotti noiosi”, ha detto Peter Yu, analista di BNP Paribas. Egli ha sottolineato che il Galaxy S5 del 2014 era soltanto leggermente diverso dall’S4 del 2013.

“Tutti fanno le stesse cose”, ha detto. “Quando si parla di telefoni Android, tutto sembra identico. Se si copre la marca, non si nota la differenza tra gli smartphone cinesi e gli smartphone Samsung“.

Il modo in cui il Galaxy S6 si differenzia dovrebbe aiutare l’azienda a migliorare le vendite nella fascia alta, dove realizza la maggior parte dei suoi profitti. Samsung non ha rilasciato dati ufficiali, ma i mezzi di informazione della Corea del Sud riferiscono che l’azienda ha già venduto in preordine 20 milioni di Galaxy S6. Il telefono sarà in vendita al pubblico a partire da venerdì.

Peter Yu ha detto che la nuova strategia di Samsung con i suoi smartphone di fascia bassa e di fascia media potrebbe aiutare l’azienda quest’anno. Dove prima Samsung offriva una grande varietà di smartphone di fascia bassa, adesso offre una singola serie – un tentativo, secondo Yu, di sfruttare le economie di scala e aumentare i margini di profitto. Egli ha detto che Nokia faceva il 20% del profitto sui telefoni che venduti attorno ai 40 euro. “Penso che Samsung stia cercando di emularla”, ha detto Yu.

Sul fronte dei semiconduttori, Samsung sarà aiutato sia dal fatto che i produttori di smartphone acquistano sempre più chip di memoria, sia dalla rinascita del business dei microprocessori della società. Lee Seung-woo, analista di IBK Securities, ha detto che in particolare, il fatto che Samsung fornisca ad Apple il chip A9 per il prossimo iPhone sarà un grande vantaggio per i profitti nella seconda metà dell’anno. Non è chiaro il numero di chip che Samsung fornirà ad Apple, ma data la popolarità di iPhone 6, che utilizza il chip A8, il numero sarà probabilmente nell’ordine delle decine di milioni.

In un comunicato stampa di Martedì, Samsung ha detto che il suo utile operativo nei primi tre mesi del 2015 molto probabilmente è caduto di circa il 30%, rispetto allo stesso periodo del 2014. Questo suggerisce un miglioramento rispetto all’ultimo trimestre dello scorso anno, quando il risultato operativo è sceso del 36% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nonostante il calo, Samsung ha superato le aspettative degli analisti, grazie alla previsione di un utile operativo di circa 5,4 miliardi di dollari nel primo trimestre, in calo rispetto ai circa 4 miliardi di dollari un anno prima. Le vendite sono state stimate a circa 43 miliardi di dollari, in calo di circa il 12% dall’anno prima. I dati sono preliminari; Samsung pubblicherà il resoconto a fine mese.

Le statistiche della quota di mercato mostrano come lo status di leader di Samsung sia stato divorato. In un rapporto del quarto trimestre del 2014, IDC ha rilevato che il totale delle vendite di Apple sono state quasi uguali a quelle di Samsung. Nello stesso periodo dell’anno precedente, Samsung riuscì a vendere ben 33 milioni di telefoni più di Apple.

Se Apple è quasi come Samsung nelle vendite di dispositivi, le aziende cinesi in competizione con Samsung nel segmento di fascia bassa sono ancora lontane. Nel quarto trimestre, la quota di mercato globale di Samsung è stata del 20%, rispetto a circa il 4-7% dei suoi principali rivali cinesi: Lenovo, Huawei e Xiaomi.

“Ciò che resta da vedere è come le aziende al di là di Samsung e Apple si faranno valere,” dice Ramon T. Llamas di IDC. “Con l’acquisizione di Motorola da parte di Lenovo, e con Xiaomi che ha sempre maggiori aspirazioni oltre la Cina, la pressione competitiva verrà più dal basso e meno dall’alto”, ha aggiunto. “Questo renderà la lotta degli smartphone sempre più competitiva nel 2015.” (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti