Caricamento in corso...
Altri accessori

Samsung svelerà il sistema operativo per la Internet delle cose

Recentemente, l’Internet delle cose ha iniziato a generare tanto ronzio che è impossibile non rendersene conto. Con le aziende di tecnologia che stanno scommettendo in massa su quello che si ritiene essere il prossimo grande passo nella tecnologia di consumo, è naturale che Samsung stia investendo pesantemente in questo settore emergente.

La società ha già mostrato un frigorifero intelligente al Consumer Electronics Show (CES) all’inizio di quest’anno a Las Vegas, Nevada, ma ora, l’azienda ha ufficialmente annunciato che introdurrà un sistema operativo nuovo di zecca teso ai dispositivi per la Internet delle cose. L’azienda annuncerà il suo nuovo software alla Developer Conference che si terrà il mese prossimo a San Francisco, California.

samsung-sistema-operativo-iot-informatblog

Secondo il post sul sito di Samsung, il nuovo software sarà un “sistema operativo open-source in tempo reale per la Internet delle cose, con una vasta gamma di funzioni, pur mantenendo un ingombro leggero ed efficiente”. Samsung ha rifiutato di fornire altri dettagli sulla questione, ma il nuovo sistema operativo potrebbe benissimo alimentare tutta una serie di futuri dispositivi per la internet delle cose prodotti dalla società, tra cui elettrodomestici, indossabili e quant’altro.

Ma c’è di più: il sistema operativo sarà open source, il che ha portato ad alcune speculazioni online secondo le quali potrebbe essere strettamente correlato a Tizen, un sistema operativo open source basato su Linux attualmente utilizzato da Samsung nella sua linea di smartwatch Gear S2 così come nelle sue Smart TV.

Samsung ha in cantiere una serie di dispositivi per la casa, tra cui forni, lavatrici e lampadine. Se questi dispositivi saranno equipaggiati con il nuovo sistema operativo resta da vedere, ma la società sembra credere che rendere disponibile a chiunque il codice sorgente del sistema operativo contribuirà ad una più rapida adozione di tali dispositivi grazie agli evidenti vantaggi per quanto riguarda la compatibilità e l’interoperabilità.

Con sempre più aziende di tecnologia che stanno salendo sul carro della Internet delle cose, come la connazionale LG e le più giovani concorrenti intraprendenti come Xiaomi, Samsung ritiene che il nuovo sistema operativo open source possa dargli ciò di cui ha bisogno per diventare l’azienda numero uno in questo ambito nascente, proprio come nel mercato globale degli smartphone. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti