Altro

Samsung al lavoro su un social network chiamato Waffle

Se state costruendo un nuovo social network con alte probabilità di essere martoriato sul mercato, potreste anche chiamarlo Waffle. L’ultima voce nella categoria in continua espansione delle cose strane fatte da Samsung vi permetterà di inviare una foto che i vostri amici possono annotare aggiungendo le proprie foto o disegni in una griglia che circonda l’originale.

E’ un prodotto di C-Lab, una divisione Samsung che sviluppa e testa nuovi prodotti. “Waffle offre un nuovo servizio differenziato che illustra più punti di vista per generare una collaborazione”, dice l’azienda. E’ attualmente disponibile in versione beta su Android.

Waffle è stato chiamato così dalle griglie di immagini create dagli utenti. Un video dell’app mostra qualcuno che vuole augurare ad un amico buon compleanno, e altri amici partecipano agli auguri. Le griglie sono tecnicamente infinite, gli utenti possono continuare a espandersi in ogni direzione. Questo dà loro la possibilità di aver a che fare con qualcosa simile ad “un muro di graffiti comune“, secondo la società, con ogni utente che contribuisce un pezzo di un insieme sempre più grande.

samsung-waffle-social-network-informatblog

In un esempio, un utente inserisce una foto di un coniglio seduto su un muro; altri utenti compilano i pezzi circostanti della parete al di sotto e del cielo sopra utilizzando dei disegni. “Waffle consente agli utenti di aggiungere il proprio punto di vista al contenuto di qualcun altro, e viceversa”, afferma Joseph Kim, capo di Waffle, in un comunicato.

Naturalmente, la “prospettiva” di una persona traina quella di un’altra persona. In una breve demo mostrata al pubblico, le impostazioni della privacy dell’app non sono state del tutto chiare. Anche se è progettata per un uso con gli amici, l’applicazione sembra avere una componente social. Ed è facile immaginare utenti di alto profilo vedere alla fine i loro contenuti circondati da foto e disegni osceni o offensivi.

C’è anche un rischio più immediato, ossia che nessuno si aggiungerà alle griglie degli utenti. Quando il punto centrale di una rete sociale è che il suo contenuto si espande all’infinito, le cose andranno male se la maggior parte dei messaggi hanno pochi contributi. Al fine di sembrare “completa”, una griglia ha bisogno di altri otto contributi, un traguardo difficile da raggiungere per un social network completamente nuovo. Nome a parte, c’è poco in realtà di strano in Waffle. Ma non c’è nemmeno niente di particolarmente interessante.

Detto questo, quasi tutti i social network sembravano una pessima idea all’inizio. E’ difficile dire quanto seriamente Samsung stia prendendo Waffle: da un lato, l’azienda l’ha mostrato con orgoglio al SXSW; dall’altra è ancora in fase di sviluppo, e potrebbe essere chiuso questa estate se i dirigenti penseranno che non manterrà le promesse. A questo punto, Waffle sembra esistere principalmente come un modo per mostrare la S Pen, il metodo migliore per la creazione di disegni al suo interno. Ma se Samsung deciderà di procedere, potremo vedere Waffle su Android e iOS entro la fine dell’anno. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti