Samsung

Samsung Z: il primo smartphone con Tizen al mondo

Se state ancora utilizzando il vostro smartphone Android con un po’di paura di monopolio crescente di Google in questo mondo, ecco che sta per arrivare il vostro salvatore: il primo smartphone Tizen da Samsung, il Samsung Z. E’ un evento davvero importante, potrebbe essere una grande alternativa agli smartphone Android.

Il Samsung Z dispone di un display 4.8″HD Super AMOLED ed è basato sul sistema operativo Tizen 2.2.1 (Sì! Tizen si è evoluto in tutti questi anni). Ha un processore quad core 2.3GHz (presumibilmente di Intel, in quanto essa è partner di Samsung nello sviluppo di Tizen) con 2GB di RAM e 16GB di memoria interna, espandibile tramite scheda microSD fino a 64GB.

Con la fotocamera posteriore da 8 megapixel e fotocamera frontale da 2.1MP, Samsung Z mantiene alcune delle caratteristiche di Galaxy S5 come il sensore di impronte digitali, il sensore di frequenza cardiaca e l’app S-Health. Essendo la batteria è 2600 mAh, il Samsung Z dovrebbe essere più efficiente rispetto ad altri dispositivi Galaxy (sarebbe più appropriato dire altri dispositivi Android) e dispone anche di una modalità di risparmio energetico che permetterebbe al dispositivo di funzionare anche con un livello di batteria molto basso.

Poiché il dispositivo non piazza specifiche da numero uno sul tavolo, potremmo iniziare ad inserire il Samsung Z nella gamma di smartphone di livello alto-intermedio, o almeno ci aspettiamo che Samsung lo posizioni in questo segmento, per attirare gli utenti che potrebbero altrimenti optare per Android. Il Samsung Z arriverà sul mercato russo (forse Samsung ritiene che i russi non vogliano essere spiati dagli Stati Uniti!) e sarà annunciato alla Conferenza Developer Tizen a San Francisco oggi 3 giugno 2014.

Oltre al costoso iOS, ci non ci sono alternative perfette e convenienti ad Android, tranne Ubuntu e Firefox OS, che sono totalmente costruiti da zero (a differenza di Amazon Fire OS e Nokia X OS che sono costole di Android), ma ancora non disponibili per la massa e che comunque resteranno prodotti di nicchia. Dunque Samsung vuole introdursi in un segmento per scuotere l’impero di Android; non va dimenticato che Samsung ha già lanciato lo SmartWatch Galaxy Gear 2 che è basato su Tizen, così come l’accessorio Galaxy Fit, e che recentemente ha aggiornato il vecchio Galaxy Gear da Android a Tizen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti