Altri accessori

Il sensore flessibile che darebbe il via a nuovi dispositivi indossabili

Ciò che vedete nell’immagine non è altro che un micro sensore flessibile sviluppato dal dottor Yong Zhu e dal suo team di ricercatori della North Carolina State University che, in un prossimo futuro, potrà essere impiegato su molti capi di abbigliamento allo scopo di monitorare diversi nostri parametri.

micro sensore flessibile

Il progetto è incominciato nel 2012, quando il dottor Yong Zhu ha sviluppato un conduttore elastico di elettricità sfruttando dei nano-tubi di carbonio. Il processo produttivo poi del sensore flessibile è stato molto semplice: il conduttore di elettricità elastico è stato inserito in una placca di silicio e successivamente è stato idratato con un polimero liquido e riscaldato, convertendo quel liquido in qualcosa di elastico. In questa maniera è stato ottenuto il sensore elastico, che non è altro che un conduttore ricoperto da uno strato di silicio.

Il sensore flessibile sviluppato dal dottor Yong Zhu ha delle proprietà eccezionali: per citarne una, può essere piegato migliaia di volte senza riportare nessun danno e ritornando sempre alla forma iniziale. Il funzionamento è altrettanto semplice. Essendoci un conduttore elettrico all’interno, il sensore flessibile può misurare tutte le volte che viene pressato, ovvero in seguito ad un nostro movimento.

Lo stesso principio sta alla base del touchscreen dei moderni dispositivi, solo che in quel caso la capacità di flettersi è pari praticamente a zero.

VIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti