AppSmartwatch

Shazam per Apple Watch: dannatamente semplice

Per il direttore di Shazam Daniel Danker, l’attesa che il vice presidente di Apple mostrasse l’app della sua azienda per il prossimo Apple Watch è stato tra i momenti più snervanti della sua vita. Centinaia di fanatici e blogger erano presenti per il lancio di Apple Watch il 9 marzo, e qualsiasi problema tecnico dell’app di musica si sarebbe immediatamente ingigantito su Twitter, dove “Apple Watch” è stato trend topic per tutto il giorno.

“Guardare la demo dal vivo sul palco è allo stesso tempo terribile e incredibilmente gratificante”, ha detto Danker, che insieme a due sviluppatori iOS hanno trascorso due mesi a costruire il servizio Shazam per Apple Watch. “Alla fine stato un momento di rilievo totale e orgoglio”.

shazam-apple-watch-informatblog

I nervi sono il prezzo da pagare per essere uno dei pochi eletti di Apple, in particolare quando la società di maggior valore al mondo crea il suo primo nuovo prodotto nell’era Tim Cook. Perfezione, velocità e segretezza sono anch’essi parte del pacchetto (a Shazam non è consentito rilasciare un’immagine ad alta risoluzione dell’app fino all’uscita di Apple Watch).

Naturalmente, quando Kevin Lynch di Apple passeggiava sul palco, si è capito che ne è valsa la pena. Nessun’altra azienda offre agli sviluppatori questo tipo di esposizione. E nessun altro può vendere un milione di unità in pre-ordine il primo giorno, nonostante lo smartwatch sia in vendita ad un prezzo superiore rispetto ai prodotti della concorrenza e con così poche persone che l’hanno testato.

Danker sapeva già, prima ancora di mettere le mani su un Apple Watch, che Shazam sarebbe potuto essere un servizio molto utile. L’applicazione è stata installata quasi 600 milioni di volte ed è tra le 10 più popolari app musicali per iPhone e Android.

L’effetto Shazam

Gli appassionati di musica utilizzano Shazam per ottenere informazioni su artisti, nomi delle canzoni e testi su qualunque cosa stanno ascoltando, che siano in un centro commerciale, in auto, in un ristorante o a fare shopping, con la semplice pressione di un tasto. La società, con sede a Londra ha recentemente aggiunto gli show televisivi ai suoi prodotti.

Una funzione chiamata Auto Shazam, introdotta alla fine del 2013, consente agli utenti di mantenere l’app perennemente attiva in modo che sia sempre in ascolto e raccolga di dati delle nuove canzoni e spettacoli TV.

Nello sviluppo di Shazam per Apple Watch ci sono state alcune sorprese. Ad esempio, con Auto Shazam sull’orologio, che viene attivato da una pressione forte sullo schermo, il team di sviluppo inizialmente aveva pensato ad inviare notifiche fisiche ogni volta che riconosceva una nuova canzone. Invece ha optato per gli aggiornamenti pop-up sullo schermo lasciando che gli utenti li vedano con uno sguardo al loro polso.

“Sarebbe davvero fastidioso se ogni tre minuti e mezzo l’orologio si accendesse e si scuotesse”, ha affermato Danker. “Non era chiaro come sarebbe andata fino a che non l’abbiamo testata sul dispositivo”.

tweet-shazam-informatblog

Fondamentale per il successo della app sarà la sua semplicità agli occhi dei consumatori. L’Apple Watch è un nuovo gadget del genere, e ogni app offrirà un’esperienza familiare che richiede un po’ di allenamento, quindi è una buona scommessa che qualsiasi servizio difficile da usare non otterrà molto successo.

La squadra di Danker ha iniziato in modo complicato e ha iniziato a togliere caratteristiche in modo che i consumatori finali possano soltanto premere un pulsante per iniziare il processo Shazam e poi scorrere per vedere l’attività passata.

Danker dice che l’azienda ha una “tabella di marcia piuttosto ambiziosa” per quanto riguarda la direzione di Shazam, compreso l’utilizzo del sensore dati quando Apple finalmente lo renderà disponibile agli sviluppatori. Per lo più, la società prenderà le relative indicazioni da parte degli utenti per vedere dove dovrebbe andare, in quanto essi, senza dubbio, si faranno sentire ad alta voce per esprimere le proprie opinioni.

“A partire dal 24, saremo incollati ai forum per vedere come reagiscono le persone e quello che vogliono”, ha detto Danker. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti