Google

Arrivano gli smartphone Android One anche negli Stati Uniti

La piattaforma Android One di Google fu originariamente progettata per fornire dispositivi Android a basso costo ai mercati in via di sviluppo, senza le cose che di solito vengono fornite con i dispositivi Android basso costo, come bloatware, servizi concorrenti, e una paralizzante mancanza di aggiornamenti software e di sicurezza.

Ora, secondo un rapporto di The Information, il programma Android One sta arrivare sul mercato degli Stati Uniti per aiutare a risolvere questi problemi.

I telefoni Android One sono stati storicamente prodotti da società di cui probabilmente non avrete mai sentito parlare, come Micromax, Cherry, e QMobile. Originariamente Google aveva il controllo diretto su quali componenti sarebbero stati montati sui telefoni, ma a quanto pare è diventata più flessibile nel corso del tempo e, infine, ha ampliato il programma oltre l’India a parti di Africa, Spagna e Portogallo.

android one negli stati uniti

Android One non può essere stato il travolgente successo mondiale che Google sperava, ma è ancora una iniziativa importante per l’azienda. Soprattutto nella fascia bassa del mercato, ci sono molti incentivi per i produttori ad accumulare software aggiuntivo nel tentativo di rendere questi dispositivi più redditizii, ma potrebbero andare contro gli sforzi di Google di rendere i propri servizi più pervasivi e popolare.

Come sottolinea The Information, Huawei sui propri telefoni ha recentemente optato per Alexa, l’assistente di Amazon, invece di Google (Google Assistant non è ancora disponibile per i telefoni non-Google), e ciò a quanto pare ha causato qualche tensione tra le società.

Google ha anche un ruolo nel far sì che il maggior numero di dispositivi Android possibile vengono aggiornati regolarmente, non solo per garantire agli utenti le nuove funzionalità ma anche per gli aggiornamenti di sicurezza.

Se Google davvero dovesse fare uno sforzo reale dietro Android One, potrebbe rendere i suoi piani per Android un po’ più chiaro. Google stessa ha assunto la posizione che vuole produrre il proprio hardware di fascia alta (il Pixel), e se la relazione di The Information è accurata, vuole garantire che i suoi servizi non siano tagliati fuori dalla fascia bassa.

Se lasci o meno respiro sufficiente a partner come Samsung è un’altra questione – ma non sembra particolarmente probabile che il Pixel riesca a vendere più dei Galaxy, almeno non a breve.

Google dovrebbe fortunata ad avere questo tipo di problema in questo momento: il problema più urgente è garantire coerenza nelle fasce bassa e media dei prodotti Android, in cui la qualità del software varia ampiamente e gli aggiornamenti sono troppo rari.

Google probabilmente non produrrà i telefoni Android One negli Stati Uniti, e non sappiamo ancora quali produttori li faranno, anche se a quanto pare LG è una possibilità. I telefoni dovrebbero uscire prima della metà dell’anno, e saranno supportati da un grosso sforzo di marketing di Google. (Fonte)

Rispondi

Le guide più interessanti