Caricamento in corso...
News

Non lasciate che il vostro smartphone sia pigro, fategli curare il cancro

Mentre dormite il vostro smartphone potrebbe fare qualcosa di molto più che essere una semplice sveglia. DreamLab, una collaborazione triennale tra il Garvan Institute of Medical Research in Australia e la Fondazione Vodafone, vuole utilizzare il vostro smartphone mentre sta fermo per aiutare a curare il cancro.

Per partecipare, tutto quello che dovete fare è scaricare l’applicazione gratuita Android dal Google Play Store e assicurarvi che il telefono sia in carica. Scegliete i tipi di ricerca sul cancro che volete supportare, al seno, alla prostata, alle ovaie o al pancreas, confermate quanta rete mobile o dati Wi-Fi volete donare, e ogni notte il telefono risolverà i piccoli problemi che contribuiscono al grande quadro di ricerca presso l’Istituto Garvan.

dreamlab-cancro-smartphone-informatblog

Se il progetto riuscisse a prendere potenza da migliaia di dispositivi Android, la potenza di elaborazione gratuita così ottenuta potrebbe essenzialmente creare un supercomputer per aiutare i ricercatori a maneggiare alcuni numeri. In un comunicato inviato via email a Mashable Australia, l’Istituto ha detto che con 100.000 app DreamLab in esecuzione su smartphone, il team sarà in grado di elaborare i dati circa 3000 volte più velocemente di quanto non siano attualmente in grado, e con 5 milioni di utenti tale il tasso potrebbe aumentare a 150.000 volte .

“Come nazione che ama gli smartphone, ora abbiamo una grande opportunità per metterli a buon uso e aiutare a trovare una cura per il cancro. Insieme potremo giungere ad una maggiore comprensione di come trattarlo più rapidamente” ha detto nella dichiarazione il Dott Samantha Oakes, capo dell’unità del cancro al seno presso il Garvan Institute of Medical Research. “Con l’aiuto di innovazioni rivoluzionarie quali DreamLab, sono fiducioso che vedremo cure per alcuni tipi di cancro nella nostra vita”.

Kim Dotcom, il creatore del servizio di file hosting MegaUpload.com, ha proposto anche di utilizzare la potenza di elaborazione degli smartphone per il suo prossimo progetto Internet alternativo, MegaNet. Ad un evento tenutosi a Sydney il 29 ottobre, Dotcom ha rivendicato che se 100 milioni di smartphone installassero l’applicazione MegaNet, avrebbe una maggiore capacità di storage on-line, larghezza di banda e potenza di calcolo rispetto ai primi 10 più grandi siti web del mondo messi insieme. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti