Google

Smartphone fai da te? Possibile con Project Ara di Google

Quando si tratta di smartphone, gli utenti sono soliti personalizzare app e software. Ma per quanto riguarda il telefono, sono bloccati con quello che il produttore ha costruito. Google vuole cambiare la situazione: la società mercoledì ha detto che avvierà un progetto pilota di mercato denominato Project Ara a Puerto Rico per testare dei telefoni che permetteranmno alla gente di mischiare parti hardware, quali fotocamere o schermi, e metterli insieme come Lego.

Il progetto avrà inizio entro la fine dell’anno, e l’azienda utilizzerà i dati per pianificare un lancio globale. Il Project Ara è il tentativo di Google di creare telefoni con parti intercambiabili. Ciò significa che si potrà scegliere una macchina fotografica da un produttore, un display da un altro e un processore da un altro ancora, per costruire un telefono unico.

Quando, per esempio, il processore diventa obsoleto, si potrebbe cambiarlo con uno nuovo. La promessa è che Ara potrebbe accelerare lo sviluppo e l’innovazione nei componenti separati che compongono un telefono, in quanto i produttori di hardware cominceranno a competere per ogni singolo smartphone.

google-project-ara-informatblog

Google crea il telaio che conterrà tutti i pezzi, così come il software che farà sì che tutti i componenti siano compatibili. Diversi produttori di hardware, invece, faranno le singole parti. “Ara ha iniziato in modo molto umile”, ha detto Regina Dugan, dirigente di Google che sovrintende Project Ara. “Cosa succederebbe se daremo alle persone gli strumenti e la libertà di creare?”

Il progetto Ara, insieme ad altre iniziative di Google, sottolinea l’espansione sempre più aggressiva della società verso aree esterne dal motore di ricerca e dal business pubblicitario. Il motore di ricerca della società, la più grande del mondo, è ancora un business da 50 miliardi dollari l’anno, ma Google negli ultimi anni sembrava voler percorrere altre strade per capire da dove verranno i futuri flussi di reddito.

Google vuole rispondere al DARPA, il braccio di ricerca del governo. Sia Dugan che Paul Eremenko, responsabile del Project Ara, in precedenza hanno lavorato per il DARPA. Altre iniziative del team comprendono il progetto Tango, che mira a migliorare la tecnologia di mappatura 3D su smartphone e tablet, e Spotlight Stories, un software di animazione.

google-project-ara-informatblog-3

Perché Google ha scelto Puerto Rico? Eremenko ha detto che è il banco di prova ideale perché ha una base di utenti diversi. La sua popolazione ha un buon mix di smartphone e telefoni vecchio stile, e il 75% dell’accesso a Internet avviene da dispositivi mobili. Per il progetto pilota, la società sta collaborando con due compagnie telefoniche locali, Open Mobile e Claro.

google-project-ara-informatblog-2

L’azienda sta lavorando anche su come le persone potranno comprare i dispositivi e le parti. Google creerà un mercato online dove le persone potranno scegliere le parti da utilizzare per i loro telefoni. L’azienda creerà negozi al dettaglio che sembrano bancarelle di cibo, dove la gente può entrare e vedere i prodotti.

La società mercoledì ha anche parlato della prossima versione del telefono cellulare prototipo, chiamato Spiral 3. I criteri per il successo saranno se il telefono potrà diventare o meno uno smartphone tradizionale. Ciò significa che il telefono Ara dovrà essere in grado di fare telefonate 4G, avere una buona fotocamera e avere una durata della batteria di tutto il giorno, ha detto Eremenko. Ha detto che spera che il telefono avrà da 20 a 30 parti intercambiabili, o moduli, tra cui i clienti potranno scegliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti