Sony

Sony Xperia XZ Premium, il nuovo re degli smartphone con schermo 4K HDR

Parlando con uno dei progettisti di prodotto di Sony Mobile, The Verge ha appreso che nel 2016 Sony ha innovato poco nei suoi smartphone. Questa candida ammissione è però stata corretta in grande stile con l’introduzione del potente e brillante Xperia XZ Premium, uno smartphone da 5,5 pollici con una serie di primati mondiali.

Il nuovo Sony Xperia XZ Premium è il primo smartphone al mondo con display 4K HDR, la più desiderabile nuova combinazione di tecnologia per i televisori, che Sony ha stipato in un dispositivo mobile. Non abbiamo visto niente di rivoluzionario col 4K sul Xperia Z5 Premium nel 2015, ma Sony ora ha una partnership con Amazon per i contenuti 4K HDR, e l’elemento HDR fa veramente cose meravigliose per la riproduzione del colore.

In una delle demo di Sony contro lo Z5 Premium, lo XZ ha mostrato più gialli caldi e naturali e una riproduzione in generale più realistica e invitante delle strade di Lisbona. Un rappresentante portoghese di Sony era lì per confermare, felice, che il display dello XZ Premium è più fedele alla reale Lisbona.

Sony Xperia XZ Premium

Accanto allo splendido display, il nuovo telefono di punta di Sony ha anche un nuovo sistema di telecamere chiamato Motion Eye. La cosa curiosa di questa configurazione è che Sony ha incorporato la memoria veloce nella fotocamera, consentendo un altro record per uno smartphone: il super-slow motion di 960fps a risoluzione di 720p.

Questa rapida raffica dura solo 0,18 secondi, quindi tecnicamente si sta catturando soltanto qualcosa di vicino a 180 fotogrammi, ma l’effetto è ancora abbastanza convincente quando viene completamente esteso a 30fps regolari. Possiamo catturare spruzzi d’acqua e battiti di ciglia solo per divertimento. E farci divertire è, dopo tutto, quello che le fotocamere moderne sanno fare meglio.

L’aggiunta di memoria aiuta Sony anche nel buffering non appena la telecamera rileva un movimento, in modo che quando si preme il pulsante di scatto, non c’è assolutamente nessun ritardo. Questo è il tipo di sistema che si basa molto su una buona messa a fuoco automatica, e Sony ha riportato un sistema a triplo sensore nello Xperia XZ: un sensore ExmorRS, la messa a fuoco laser automatica e un sensore a infrarossi RGBC per la regolazione del bilanciamento del bianco al volo.

Il sensore ExmorRS ha ora pixel del 19% più grandi, con risoluzione scesa a 19 megapixel. Il motore di elaborazione delle immagini Bionz di Sony nel frattempo è stato migliorato per quanto riguarda le caratteristiche di rilevamento del movimento e di riduzione del rumore.

La macchina fotografica del Sony Xperia XZ Premium è fantastica, ma ci sono pareri discordanti: l’abitudine di Sony di eccedere nell’elaborazione delle immagini sembra essere ancora presente, con un eccesso di nitidezza e una sfocatura per la riduzione del rumore che porta a risultati troppo digitali e non particolarmente piacevoli per gli occhi. Ma c’è ancora tempo per migliorare prima che l’Xperia XZ Premium sia disponibile.

Parlando della finitura esterna, il colore Luminous Chrome non è tanto un colore quanto uno specchio: molto simile allo Z5 Premium, è incredibilmente riflettente e le impronte digitali si vedono fin troppo bene. Sembra quasi come Sony abbia progettato questa cosa per stare in un museo piuttosto che in mano di una persona.

Il colore più scuro ha un sottile tocco di blu, ma attrae anch’esso le impronte digitali in quanto è estremamente lucido. Entrambi i telefoni sono dotati di Gorilla Glass 5 sulla parte anteriore e posteriore, con le antenne in metallo nella parte superiore e inferiore del dispositivo.

Per quanto riguarda le specifiche, non ci aspettavamo che Sony usasse l’ultimo processore Snapdragon 835 nello Xperia XZ Premium, ma c’è un trucco. Sì, Sony usa il migliore e più recente chip di Qualcomm, mentre i rivali stanno ancora offrendo gli Snapdragon 820 e 821, ma l’Xperia XZ Premium non uscirà fino a tarda primavera o addirittura fino all’estate. Per questo motivo le unità demo mostrate con largo anticipo al MWC 2017 non montavano il software finale, per questo il sistema di telecamere era utilizzabile soltanto sul Xperia XZS. Sony pre-annuncia quindi il suo nuovo dispositivo di punta con largo anticipo.

Altre caratteristiche degne di nota sono la resistenza all’acqua IP65 e IP68, un profilo più sottile con spessore di soli 7,9 millimetri, ed espandibilità della memoria grazie alla scheda MicroSD. La batteria del telefono è da 3230mAh, e c’è un sensore di impronte digitali integrato nel pulsante di accensione laterale, come al solito.

Ma l’Xperia XZ Premium è davvero tutto macchina fotografica, esposizione, e processore. Ciascuno di questi tre componenti promette molto, e se Sony riuscirà finalmente a trovare il giusto equilibrio e a fornire un dispositivo senza compromessi, l’attesa, per quanto lunga, potrebbe valere la pena. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti