News

Spegnere lo smartphone la notte non migliora la batteria

Se spegnete spesso lo smartphone di notte per dargli un po’ di riposo, sappiate che tali “periodi di riposo” non fanno nulla di buono per il vostro cellulare. “Direi che spegnere il telefono durante la notte non è qualcosa che cade necessariamente nella manutenzione ordinaria”, osserva il fondatore di iFixit Kyle Wiens, un esperto di tecnologia.

Secondo Wiens, spegnere lo smartphone durante la notte non necessariamente contribuirà a risparmiare batteria. “Le batterie nei telefoni hanno una durata limitata – più che li usate, più velocemente la batteria si consuma”, dice.

smartphone-notte-informatblgo

In generale, le batterie degli smartphone hanno una durata compresa tra 300 e 500 cicli di ricarica, ognuno dei quali va da una carica completa al 100% allo scaricamento totale. E anche se si utilizza solo una frazione della batteria del telefono e poi ricaricarla al 100%, conta ancora come un ciclo completo.

“Se si lascia la batteria cadere fino al 50% e poi si ricaricare, questa è la metà di un ciclo”, dice Wiens. Spegnere lo smartphone durante la notte non aiuta a preservare la batteria, dal momento che è improbabile che si potrebbe utilizzare il dispositivo in quel momento, in ogni caso.

Dipende quanto si utilizza il telefono“, dice Wiens. Per esempio, se si tiene costantemente attivo lo streaming di musica, o si guardano video, o ancora si utilizza come dispositivo di Global Positioning System (GPS) mentre è montato cruscotto di una macchina baciato dal sole (il calore uccide le batterie), il telefono non durerà molto a lungo.

Invece, ciò che si può fare, consiglia Wien, è di consumare periodicamente la batteria fino allo zero per cento e poi lasciar morire il vostro smartphone. “Portare la batteria fino a zero ogni tanto – una volta all’anno va bene – è una buona prassi”, dice l’esperto di tecnologia. Cosa ne pensate della durata della batteria del vostro smartphone? Ogni quanto caricate il telefono? Pensate che le due cose siano correlate? Fatecelo sapere nei commenti! (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti