AppleiPhone

Steve Wozniak: L’iPhone 6 è tre anni di ritardo

“Apple avrebbe potuto avere una quota molto più grande nel mercato degli smartphone se avesse progettato e realizzato un iPhone più grande tre anni fa”, ha detto Steve Wozniak a CNNMoney dal nuovo Innovation Center di Capital One a Plano, in Texas. “Avrebbe potuto gareggiare meglio con Samsung“.

La quota di Samsung del mercato degli smartphone del 24% ha raddoppiato il 12% di Apple nel terzo trimestre, in base ai dati forniti dalla società di ricerca IDC. Fino a quando i nuovi iPhone 6 con schermi molto più grandi sono arrivati nei negozi nel mese di settembre, Apple ha mantenuto lo schermo di iPhone relativamente piccolo ed ha perso popolarità rispetto agli smartphone Android sempre più massicci.

steve-wozniak-iphone-6-informatblog

Wozniak, che ha lasciato Apple nel 1987, rimane un fan della società che creò assieme a Steve Jobs. Ma lui non è affatto un acquirente esclusivo di prodotti tecnologici Apple. Dice che gli piace provare e sperimentare vari dispositivi prima sceglierne uno. “La tecnologia è come una canzone”, ha detto Wozniak. “È possibile sentirsi dire tutti i dettagli da qualcun altro, ma non si è sicuri che piaccia fino a quando non si ascolta in prima persona”.

Un gadget di cui non è così entusiasta è l’Apple Watch, che dovrebbe debuttare all’inizio del prossimo anno. Wozniak ha detto che è stato un utilizzatore di SmartWatch fin dai primi tempi, grazie al suo iPod nano sempre al polso. E’diventato entusiasta della possibilità di far trasformare uno smartphone in un orologio da polso. “Continuavo a dire che mi sarebbe piaciuto avere uno smartphone sul polso, così ho comprato un paio di smartwatch appena usciti”. Wozniak ha affermato però: “Mi sono liberato di loro in modo rapido. Ho avuto un’opinione veramente negativa sugli smartwatch”.

Steve Wozniak ha detto di essere tornato al telefono, perché aveva bisogno di un display più grande, e che in seguito l’Apple Watch è in realtà solo un “dispositivo per il fitness di lusso”, ma gli darà comunque una possibilità. “E’ più caratteristico di tutti gli altri”, ha detto Wozniak. “E chi lo sa? Potrebbe vendere bene. Ci sono un sacco di polsi”. Wozniak non è completamente fuori dal mondo Apple. Ha detto che la sua applicazione preferita è Siri, e lo usa continuamente, anche prima che divenisse ben noto.

“Ero dentro l’azienda che ha fatto Siri un anno prima che divenisse di proprietà di Apple”, ha detto Wozniak. “Non ho potuto parlare con le persone affinchè lo usassero – ho detto a tutti che è la migliore app mai esistita”. Così, su cosa potrebbe lavorare Wozniak adesso se potesse ricominciare da capo? E’difficile da dire: Non sa se c’è un posto per lui.

Wozniak era il riparatore. Jobs è stato il venditore. Ma i dispositivi sono diventati così complicati negli ultimi due decenni che gli ingegneri non sono più realmente in grado di costruire aggeggi nei loro garage. “Oggi è davvero difficile costruire tecnologia a portata di mano, perché è sempre più piccola”, ha detto Wozniak. “Non sono sicuro che avrei avuto un ruolo nel mondo tecnologico di oggi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti