Smartphone cinesi

Il successo di Lenovo nei PC non riflette i suoi smartphone

Il produttore di computer cinese Lenovo ha un’ottima storia di buoni risultati anche quando le condizioni del mercato sono difficili. La questione è se può continuare a raggiungerli al di là del campo dei personal computer.

Lenovo giovedi ha dichiarato che i ricavi nel trimestre passato sono aumentati del 21% rispetto all’anno precedente, deludendo però gli analisti che avevano stimato un guadagno del 28%. Questo riflette un calo della domanda in Cina per PC e praticamente per tutti gli smartphone diversi da iPhone 6, dice l’analista di Barclays Kirk Yang

lenovo-smartphone-informatblog

Ma i margini di profitto sono stati più alti del previsto, facendo schizzare le azioni della compagnia verso l’alto: la forte performance nel core business dei PC di Lenovo ha raddrizzato il tutto. Già leader di mercato, Lenovo ha continuato a guadagnare quote di mercato, in aumento del 3% nelle vendite anche nonostante una flessione del mercato generale. Lenovo ha anche continuato a fare quello che sa fare meglio: tagliare le spese. I margini di profitto del business dei PC sono saliti notevolmente al 5,3%, dal 3,7% di un anno prima.

L’acquisizione da parte di Lenovo dell’unità smartphone di Google di Motorola Mobility e i Business Server x86 di IBM, chiuse entrambe alla fine dell’anno scorso, peseranno sui risultati finanziari per un po’. Le unità di telefonia mobile e server erano entrambe in perdita e la società ha detto che ci sarebbero voluti diversi trimestri prima di farle tornare in attivo.

Il punto chiave per Lenovo è se potrà replicare il modello operativo del suo business PC in queste nuove aree, riducendo i costi e aumentando in proporzione la produzione fino a diventare redditizia. Questo dovrebbe essere relativamente facile da raggiungere con i server, che sono quasi come i PC. La pressione politica sulle aziende cinesi per fare maggiore affidamento su hardware locale dovrebbe anch’essa aiutare gli ordini sicuri.

La strategia a basso costo ed alto volume potrebbe anche funzionare con gli smartphone, ma solo nella fascia bassa del mercato, dove Lenovo compete con rivali cinesi come Huawei e Xiaomi. Meno chiara è la prospettiva per il marchio Motorola, che Lenovo sta vendendo a un prezzo più alto dei propri modelli in Cina e sta reintroducendo nei mercati di tutto il mondo. Nella fascia alta, Lenovo è contro rivali del calibro di Apple, Samsung e HTC. Innovazione, progettazione e commercializzazione dovranno prevalere, non solo mantenere i prezzi bassi.

Le azioni Lenovo sono aumentate del 43% nel corso dell’ultimo anno e sono attualmente sono scambiate a 17 volte gli utili, superiori rispetto ai loro media negli ultimi cinque anni di 14 volte. Se l’azienda sarà in grado di replicare il successo del PC nei server e negli smartphone, forse riuscirà a fare il botto. Ma le battute d’arresto potrebbero essere costose. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti