Altri accessori

SuperDrive portatile, come renderlo compatibile con tutti i Mac

SuperDriveLa tendenza di Apple, negli ultimi Mac, è quella di eliminare il SuperDrive allo scopo di favorire la riduzione degli spessori dei suoi dispositivi. Si è partiti con i MacBook Air, per poi passare ai Mac mini, ai MacBook Pro con Retina Display e recentemente anche negli ultimi iMac. Durante l’acquisto viene comunque data la possibilità di dotarsi di un’unità esterna da collegare tramite cavo USB. La periferica esterna è stata prodotta da Apple, quindi dovrebbe garantire la compatibilità con tutti i suoi prodotti, o quasi. Infatti il SuperDrive esterno non è compatibile con i Mac che hanno un lettore DVD installato di serie.

Quindi, se ad esempio avete montato su un iMac un secondo hard disk o un SSD al posto del SuperDrive, l’unità esterna venduta da Apple non potrà essere usata, in quanto Apple non ne garantisce la compatibilità. Grazie a dei semplici procedimenti potremo comunque rendere compatibili i SuperDrive esterni con tutti i Mac.

Questa è la lista dei Mac compatibili con il SuperDrive e sui quali è superfluo eseguire questa procedura:

  • MacBook Air;
  • MacBook Pro Retina;
  • Mac mini rilasciati dopo il 20 luglio 2011;
  • iMac rilasciato dopo il 30 novembre 2012.

Guida

  • Avviate il terminale (Applicazioni -> Utility);
  • digitate la seguente stringa, che non fa altro che aprire il file com.apple.Boot.plist
sudo pico /Library/Preferences/SystemConfiguration/com.apple.Boot.plist
  • Aperto il file, bisogna modificare la stringa dove compare la dicitura mbasd scrivendo mbasd=1. Di seguito riporto l’intero contenuto del file
<?xml version=”1.0″ encoding=”UTF-8″?>
<!DOCTYPE plist PUBLIC “-//Apple//DTD PLIST 1.0//EN” “http://www.apple.com/DTDs/PropertyList-1.0.dtd”>
<plist version=”1.0″>
<dict>
<key>Kernel Flags</key>
<string>mbasd=1</string>
</dict>
</plist>

ATTENZIONE! Nel caso in cui, dopo aver aperto il file da modificare, comparisse un file vuoto, vi basterà copiare e incollare l’intera porzione di testo dell’ultimo punto della guida. Non su tutti i Mac infatti è presente il suddetto file.

  • Dopo avere apportate le dovute modifiche, bisogna premere i tasti Ctrl+X e rispondere Y alla richiesta di salvataggio.

Ora non resta che riavviare il Mac e provare il corretto funzionamento del SuperDrive. L’intera procedura è eseguibile su Lion e Mountain Lion, ma non si esclude una possibile compatibilità con Snow Leopard 10.5.3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti