iPadMicrosoft Surface

Microsoft Surface Pro 4 contro Apple iPad: 3 cosa considerare nel 2015

Nell’ultimo trimestre del 2014, le vendite del Microsoft Surface Pro 3 sono cresciute, mentre quelle dell’Apple iPad sono calate. Una spiegazione popolare per questo dato sorprendente è che il mercato dei tablet stand-alone sta diventando saturo, mentre il mercato dei dispositivi 2-in-1 non lo è.

Microsoft dovrebbe lanciare la sua linea Surface Pro 4 entro la fine dell’anno. Voci recenti suggeriscono che il nuovo tablet sarà disponibile in diverse dimensioni, da 8 a 14 pollici – ossia più piccolo e più grande allo stesso tempo sia del Surface 2 da 10,6 pollici che del Surface Pro 3 da 12 pollici. Tuttavia, un Surface più piccolo potrebbe competere contro l’iPad Mini, tablet Windows più economici e dispositivi Android, mentre uno più grande potrebbe aiutare Microsoft ad affrontare l’iPad Pro di Apple da 12,2 pollici di cui si sta così tanto parlando.

Guardando al futuro, Microsoft sarà in grado di far crescere il successo del Surface Pro 3 e continuare a prendere quote di mercato di Apple, che secondo IDC, rappresenta ancora il 22,8% dei tablet del mondo? Diamo uno sguardo ai tre fattori chiave che potrebbero decidere il suo destino.

surface-4-ipad-informatblog

Colmare il divario

La più grande forza del Surface Pro è che colma il divario tra PC e tablet con Windows, utilizzato ancora da oltre il 90% dei computer di tutto il mondo.

Gli iPad e i tablet Android possono eseguire la sincronizzazione con PC tramite applicazioni mobili dedicate, ma i tablet Windows possono farlo con lo stesso sistema operativo. Questo significa che le aziende possono senza aggiornare i loro vecchi PC a dispositivi Surface Pro (che possono ulteriormente essere convertiti in postazioni di lavoro complete con Docking Station), pur mantenendo il loro software legacy e i loro dati. Questo rende probabilmente i tablet Windows un aggiornamento incrementale migliore e meno traumatico per le grandi imprese, che sono spesso dipendenti dall’invecchiamento del software. In tale mercato un Surface Pro 4 a 14 pollici dovrebbe prosperare, in quanto le dimensioni dello schermo sarebbero paragonabili a quelle di un normale computer portatile.

Inoltre, se il Surface 4 uscisse assieme a Windows 10 in autunno, il dispositivo potrebbe mostrare il piano di Microsoft “One Windows” – che mira a unire telefoni, tablet, 2-in-1 e PC in un unico sistema operativo. Se Microsoft riuscisse a fornire anche la versione di prova gratuita di Office 365 e One Drive (come accaduto in passato) con il Surface Pro 4 e gli altri tablet Windows, potrebbe legare ancora di più gli utenti al suo ecosistema basato su cloud.

Prezzo alto

Il Surface Pro potrebbe essere un sostituto interessante per un PC, ma il suo prezzo elevato è problematico. A seconda della configurazione hardware, il Surface Pro 3 ha costi tra circa 800 e 1800 euro. Il Surface 2 è più conveniente ma funziona solo su Windows RT, dunque non è compatibile con software basato sulla vecchia architettura x86.

In confronto, l’iPad Air 2 di Apple costa tra 499 e 699 euro, mentre i costi del MacBook Air variano tra 933 e 1.233 euro. Dispositivi 2-in-1 Windows più economici, come l’Acer Aspire Switch e l’Asus Transformer Book T100TAM-H1, offrono anch’essi vantaggi simili, ma a una frazione del prezzo.

Certo, il Surface Pro 3 vanta un processore Intel i7, 8GB di RAM e un disco SSD da 512GB – specifiche che schiacciano la concorrenza, ma i clienti enterprise spesso hanno semplicemente bisogno di dispositivi “abbastanza buoni” per sostituire i vecchi PC ad un costo ragionevole.

Il mercato da 8 pollici

Se Microsoft lanciasse un Surface Pro 4 più economico da 8 pollici potrebbe rubare i riflettori dai tablet Windows ha basso costo usciti sul mercato durante le vacanze. Anche se questo sembra una mossa controproducente che potrebbe antagonizzare i suoi alleati hardware, ha economicamente senso. Lo scorso aprile, Microsoft tagliò i costi di licenza per tablet e telefoni Windows per crescere la sua quota di mercato nella telefonia mobile e ciò portò più utenti verso i suoi Office 365 e One Drive.

Il rovescio della medaglia di quella mossa fu che Microsoft non ha beneficiato delle vendite di tablet di Windows sotto 9 pollici, che costano non più di 99 dollari. Un Surface 4 da 8 pollici permetterebbe a Microsoft di incassare in questo mercato nascente con le vendite hardware. Un Surface più piccolo potrebbe anche aiutare Microsoft a penetrare nelle fasce medie e alte di questo mercato, dal momento che molti tablet Windows a 7 e 8 pollici, come Toshiba Encore Mini e Nextbook di E FUN, sono dotati di hardware di fascia bassa.

Con questo in mente, il mercato mondiale dei tablet più piccoli potrebbe continuare a ridursi a causa della crescita dei phablet (smartphone con schermi da 5,5 a 7 pollici). Le vendite di tablet da 7 pollici e 8 pollici potrebbero scivolare dal 55% sul totale 2013 al 44,5% entro il 2018, secondo IDC. Le vendite deboli dell’iPad Mini, cannibalizzato dall’iPhone 6 Plus, evidenziano questo trend in crescita.

La strada da percorrere per il Surface Pro 4

L’iPad per Apple ha rappresentato il 12,6% del fatturato dell’ultimo trimestre della società, mentre i Microsoft Surface solo il 3,9%. Eppure le vendite di iPad sono scese rispetto all’anno precedente per tre trimestri consecutivi, mentre le vendite dei Surface sono più che raddoppiate, sia rispetto all’anno passato che in modo sequenziale, nell’ultimo trimestre.

Microsoft ha chiaramente fatto qualcosa di buono con il Surface Pro 3, ma dovremo vedere se riuscirà a continuare questa striscia con il Surface Pro 4. Le nuove dimensioni dello schermo possono mantenere le cose fresche, ma i prezzi alti del dispositivo potrebbero strozzare la sua crescita tra consumatori e imprese che danno sempre di più un’occhiata al portafogli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti