Altri accessori

Thunderbolt, Intel svela la chiavetta più veloce al mondo

chiavetta thunderboltUna chiavetta che consenta di trasferire files al doppio della velocità massima attuale: questo il progetto sul quale Intel ha lavorato, e sembra con ottimi risultati. E’ stata presentata al Computex la chiavetta più veloce al mondo. Il prodotto di casa Intel sarebbe più veloce di qualsiasi USB 3.0. Usiamo il condizionale perché in verità non ci sono ancora dati pubblici sulle prestazioni della chiavetta. Questa si basa su un interfaccia Thunderbolt, ovvero su di una tecnologia in grado di permettere la trasmissione di dati a velocità alte, ovvero fino a 10Gb/s.

Questo vuol dire che files pesanti, come potrebbero essere alcuni files multimediali audio o particolarmente video potranno essere trasferiti da e verso la chiavetta a velocità notevolmente superiori a quelle che una qualsiasi chiavetta USB 2.0 o anche USB 3.0 possono permettere. Queste ultime infatti hanno una velocità massima dimezzata rispetto alla tecnologia thunderbolt. Tuttavia montando un chip SATA III sicuramente non sarà sfruttabile la piena velocità che l’interfaccia offrirebbe ma presumibilmente si creerà un effetto collo di bottiglia.

Il prodotto, presentato come prototipo, ha un aspetto sgraziato ed ingombrante. Ma essendo per l’appunto un prototipo non é certo il design il dato forte. All’esterno troviamo un connettore Mini DisplayPort e all’interno vi sono 128 GB di capacità di archiviazione garantiti da un piccolo SSD di SanDisk, quasi sicuramente di tipo a francobollo funzionante su standard microSSD.

Unico lato negativo sono gli alti consumi che questa tecnologia necessita per funzionare il che la renderebbe poco compatibile con dispositivi mobili. Però sembra che Intel stia già lavorando in questa direzione per risolvere anche questo inconveniente.

Come detto, stiamo parlando di un prototipo. Niente dunque destinato ad andare sul mercato l’indomani. Il dispositivo infatti é stato presentato dall’azienda di Santa Clara alle case produttrici, le quali avrebbero manifestato molto interesse. Questo fa ben sperare che presto potremo pensare di vedere questo prodotto in commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti