News

Tobii: Controlla il tuo talbet con gli occhi

Tobii

Tobii

Tobii, il dispositivo che ci permette di controllare il table con i nostri occhi, niente più dita o mini tastiere, un semplice sguardo all’icona per attivarla.

Tobii Technology è un’azienda svedese specializzata nella produzione di apparecchiatura per il controllo o tracciamento oculare.
La sua ultima versione del dispositivo, che prende il nome dall’azienda, come il figlio prediletto, sembra essere migliorata rispetto alle sue versioni precedenti.
Possiamo scorrere le pagine, zoomare, spostarci fra le varie icone, selezionarle o tornare alla Home con un semplice sguardo. Il dispositivo può essere calibrato in base al suo utilizzatore, questo gli permette di tenere perfettamente il passo con gli occhi di chi lo usa. Nonostante le grandi capacità di adattamento del sistema alle nostre esigenze, abituarsi ad utilizzare un dispositivo di questa portata non è affatto semplice o immediato.
Il dispositivo sembra essere compatibile con la versione 8 di Windows. Risulta fastidioso l’ EyeMobile nav, la schermata appare leggermente taglia e non permette una visione completa del display, si spera che questo problema venga risolto nella versione 8.1 di Windows.

Le brutte notizie non sono terminate, grande tecnologia richiede grandi fondi. Il dispositivo non è alla portata di tutti, il costo del sensore è di circa 3900$ più altri 400$ (circa) per la staffa, compatibile con tablet da 7 a 13 pollici.

Questo dispositivo rappresenta una grande soluzione per disabili ma, secondo le compagnie assicurative, il prodotto non rappresenta una necessità quindi non è coperto da alcuna assicurazione, questo implica che può essere comprato senza sussidi economici. Non tutti sono d’accordo con questa linea di pensiero, in molti chiedono che diventi un progetto finanziato per coloro che non hanno altro che gli occhi per poter utilizzare un computer. Questo rappresenterebbe un nuova opportunità, intraprendere strade che si erano abbandonate.

Tobii è davvero un oggetto futile per la vita di tutti giorni, di un disabile, o rappresenta un grande opportunità negata per loro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti