Giochi per PCPS4Xbox One

Trailer di Street Fighter 5 rivela che non uscirà su Xbox One

Il primo trailer di Street Fighter 5 è trapelato su Internet. L’annuncio è ancora più scioccante a causa delle sue piattaforme. Il trailer di Street Fighter 5 mostra Chun-Li e Ryu di fronte su una strada cittadina. Vediamo solo brevi momenti di lotta, però. La maggior parte del triler è un filmato di tutto il mondo, che mostra come il franchising abbia colpito i giocatori. Questo tizio ha un tatuaggio di Guile, ecc.

Al minuto 01:10, il trailer rivela che Street Fighter 5 sarà disponibile “esclusivamente su PS4 e PC.” Anche se Capcom ha rilasciato Street Fighter 4 e gli altri giochi di combattimento su PS3 e Xbox 360, non rilascerà dunque Street Fighter 5 su Xbox One. Questa è la seconda volta che hanno annunciato un gioco in arrivo su PS4, ma non su Xbox One, il primo è stato Deep Down.

Resta da vedere se Street Fighter 5 sarà un’esclusiva permanente per PS4 e PC. E’ del tutto possibile il gioco farà il suo debutto su queste piattaforme e poi alla fine si farà strada su Xbox One. Dopo che Rise of the Tomb Raider è stato annunciato in modo un po’ ingannevole come “esclusiva Xbox”, siamo abbastanza sospettosi su ogni annuncio che un gioco di terze parti uscirà solo su una console.

Il trailer è stato accidentalmente rilasciato da Capcom ieri mattina presto, sul loro canale YouTube. La società presumibilmente era destinata a svelare Street Fighter 5 al PlayStation Experience, l’evento speciale che Sony ospiterà a Las Vegas questo weekend. PlayStation Experience permette ai partecipanti di mettere le mani sui nuovi giochi e partecipare a discussioni con gli sviluppatori. Un annuncio di Street Fighter 5 si adatterebbe bene a quell’evento.

Galleria di immagini di Street Fighter 5

Siamo interessati a scoprire il modello di business di Street Fighter 5. Il produttore della serie Yoshinori Ono ha suggerito in un’intervista del 2013 che potranno seguire le orme di Dead or Alive e Tekken, offrendo un gioco free-to-play.

“Guardando i giochi di combattimento come uno sport competitivo, alcuni direbbero che più giocatori ci sono meglio è”, ha detto Ono. “Andando verso un modello free-to-play si potrebbe abbassare il costo iniziale, che è uno dei principali lati positivi a riguardo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti