Android

Troppi nuovi virus Android ma Google non ha colpe!

virus android

Consigli per evitare Virus Android

 virus android

Complice il fatto che meno del 10 % dei dispositivi mobile Android utilizza una versione superiore alla 4.0, crescono in maniera esponenziale i nuovi virus che affettano i sistemi Android.

Kaspersky Lab ha reso noto in questi giorni i risultati delle proprie analisi comunicando di aver rilevato, nel corso del primo trimestre 2013, più di 20.000 nuovi virus in circolazione su dispositivi mobile in genere, con un incremento di circa il 400 % rispetto a quelli scoperti nel 2012.

La vera notizia però é che di questi 20.000 nuovi malware, la quasi totalità attacca il sistema mobile Android e il 63 % di questi sono trojan. A sua volta il 90 % degli attacchi ha origine da collegamenti ipertestuali malevoli che partono da Russia e America.

Le cause di una tale allarmante diffusione di software malevolo sembrerebbero essere la diffusione che ha avuto la piattaforma Android nell’utimo anno ma anche la struttura aperta della stessa, che presenta aspetti indubbiamente positivi ma anche – come vediamo – negativi.

Fatto sta che ormai, alla luce di queste notizie, la piattaforma Android si sta avvicinando ai livelli di allarme rilevati da Windows negli anni passati, destando preoccupazioni tra gli utenti.

Google, dal canto suo, in risposta e per proteggere gli utilizzatori di Android ha incrementato gli standard di sicurezza del proprio store online, ma ovvio che non può intervenire in store online di terzi laddove si potrebbero annidare virus. Allo stesso modo non é colpa di Google se i produttori continuano a installare versioni Android vecchie o non aggiornano le esistenti con il nuovo software più sicuro che la casa di Mountain View ha rilasciato nel frattempo.

A seguire tre consigli che vi permetteranno di evitare la maggior parte di questi nuovi virus:

  • aggiornate Android come minimo alla versione 4.0 o superiore;
  • non installate software non proveniente da Google Store;
  • non cliccate su link sempre che non si tratti di un link sicuro, ovvero se non sapete se la pagina di landing sarà una pagina sicura o meno.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti