InstagramTwitter

L’ultimo arrivato su Instagram? E’ Twitter

Senza troppo clamore, Twitter ha aperto un account Instagram questa settimana, con lo scopo di utilizzare il servizio di condivisione foto per promuoversi come destinazione per le ultime notizie e le conversazioni importanti.

L’account, lanciato senza grossi annunci Twitter, è l’ultimo pezzo di una campagna di marketing lanciata in ottobre con cartelloni e annunci digitali. Per esempio, il social network ha usato le storie di Instagram per mostrare i tweet sugli Oscar.

Twitter ha rifiutato di commentare ma la mossa è notevole, in parte a causa della lunga e complessa storia delle due aziende, che li ha viste quasi unirsi tempo addietro, per diventare poi rivali dopo l’acquisizione di Instagram da parte di Facebook. Ed evidenzia come il social network stia cercando nuove strade per promuoversi a fronte di una crescita lenta dei suoi utenti.

twitter account instagram

Per la maggior parte della sua vita, Instagram ha visto Twitter come un amico-nemico. All’inizio le due aziende (e i loro fondatori) erano così vicini che la società tentò di acquisire il servizio di photo-sharing. Ma Facebook piombò come un falco con un’offerta scioccante per i tempi, 1 miliardo di dollari, e qui cominciarono i problemi. Pochi mesi dopo, il social network impedì ad Instagram di utilizzare le sue API per trovare gli amici di Twitter su Instagram. Poco dopo, Instagram disabilitò la sua integrazione con Twitter, impedendo che le sue foto potessero presentarsi nelle bacheche del social network.

Nel frattempo Instagram ha continuato a usare i social come canale di marketing, pubblicando regolarmente foto e notizie raggiungendo l’impressionante cifra di 40 milioni di follower. Ora Twitter spera di fare lo stesso, e ha raccolto circa 50.000 follower nella sua prima settimana di vita sulla piattaforma.

Nei suoi primi messaggi, Twitter usato le immagini della sua campagna pubblicitaria, nelle quali compare l’iconico hashtag con un evento nelle notizie. La società sta inoltre facendo degli esperimenti con i video. Ad esempio, ha postato un recente tweet del presidente Donald Trump, con un video che mostra il numero di risposte, retweet, e like che diventano migliaia e migliaia.

Da una parte, certo, è solo una mossa di marketing. Ma è anche un riflesso di una nuova realtà, quella in cui Twitter ha bisogno di Instagram più di quanto Instagram abbia bisogno di Twitter. Il che non vuol dire che sia una cattiva idea. A volte, per avere successo significa mettere da parte l’orgoglio. (Fonte)

Rispondi

Le guide più interessanti