Twitter

Twitter si aspetta che il Mondiale 2014 sia l’evento più twittato della storia

La Coppa del Mondo iniziata giovedì 12 giugno in Brasile sarà l’evento più twittato della storia, ha affermato martedì scorso Guilherme Ribenboim, un dirigente di Twitter per il Brasile. Ribenboim ha detto che il volume dei messaggi inviati durante la competizione a partire dal 12 giugno farà impallidire i 150 milioni di tweet inviati per le Olimpiadi di Londra 2012.
 
“Il mondiale 2014 porterà tutto ad un livello completamente diverso”, ha detto Ribenboim all’agenzia di stampa Reuters. “Per Twitter questo sarà il più grande evento mai esistito”. Con 255 milioni di utenti in tutto il mondo, Twitter è una piattaforma popolare per commentare eventi globali come quelli sportivi. I Giochi Olimpici di Londra hanno mostrato che alla gente piace twittare su tutto ciò che vedono in uno stadio o guardano in TV, rendendo il servizio di microblog più attraente per gli inserzionisti.
 
twitter-mondiali-informatblog

La FIFA ha stimato che 3,2 miliardi di persone, ovvero quasi la metà della popolazione mondiale, hanno guardato almeno una parte di una partita della passata Coppa del Mondo 2010 in Sud Africa. Il torneo arriva in un buon momento per Twitter, che ha visto una crescita stagnante nella prima metà dell’anno.
 
“La maggior parte delle aziende che versano ingenti somme di denaro in pubblicità durante il mondiale 2014 vogliono amplificare il loro investimento per raggiungere le persone attraverso Twitter”, ha detto Ribenboim. L’esecutivo ha respinto alcune preoccupazioni dovute alle scarse infrastrutture del Brasile per il settore delle telecomunicazioni, che potrebbero influenzare la capacità delle persone di twittare dagli stadi.
 
Tutte le 32 squadre partecipanti al mondiale 2014 dispongono di account Twitter ufficiali, come la maggior parte dei loro calciatori. Cristiano Ronaldo conduce questa speciale classifica con 26,6 milioni di seguaci, seguito del brasiliano Neymar, con 10,8 milioni di follower. Sul terzo gradino del podio l’inglese Wayne Rooney con 8,8 milioni di follower.
 
Ribenboim ha detto che Twitter ha lavorato molto da vicino con le federazioni calcistiche ed ha anche addestrato i giocatori all’uso del social media. “Abbiamo mostrando loro come dovrebbero utilizzare la piattaforma, come utilizzare gli hashtag, come coinvolgere i loro fan.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti