Caricamento in corso...
Twitter

Twitter ha smesso di attrarre nuovi utenti, in borsa si temono guai

Twitter è ad un punto di crisi dopo la pubblicazione del suo rapporto sui guadagni trimestrali che ha mostrato che il suo numero di utenti ha smesso di crescere. Allo stesso tempo, a seconda di come si contano le stock option dei dipendenti di Twitter, l’azienda ancora continua a perdere soldi (o è solo modestamente redditizia). Il raggio sottile della buona notizia è che il fatturato è cresciuto – cosa che se continuasse, i profitti della società potrebbero migliorare costantemente nel tempo. Ma gli investitori che hanno acquistato azioni Twitter nel 2013 si aspettavano una crescita esplosiva stile Facebook, certamente non modesta redditività.

Questo porta Twitter a un punto di decisione chiave. Il CEO Jack Dorsey dovrà spingere per cambiamenti fondamentali nella speranza di aumentare gli utenti di Twitter anche se i grandi cambiamenti potrebbero allontanare gli utenti attuali e distruggere completamente l’azienda? Oppure decidere di cercare di accontentarsi di quello che ha, mantenendo gli utenti attuali contenti e concentrandosi sull’ottimizzazione delle entrate e del taglio dei costi nel perseguimento di un profitto decente a breve termine? Ecco perché un piccolo cambiamento che Twitter ha implementato questa settimana sta attirando così tanto interesse nei mercati finanziari e tanta ansia tra gli appassionati di Twitter più accaniti.

Twitter è per gli utenti importanti, Facebook è per tutti gli altri

Se camminate per gli uffici degli sviluppatori di software, c’è una buona probabilità che li vedrete utilizzare una interfaccia a linea di comando Unix che risale al 1970. I geek continuano ad usare la linea di comando Unix perché una volta che si sa come usarla è un modo potente per eseguire operazioni di calcolo complesse.

Ma la maggior parte degli utenti non hanno bisogno di potenza, complessità, o fastidi nell’utilizzare una riga di comando Unix, che è il motivo per cui non ha mai preso piede tra gli utenti comuni. Fino a poco tempo fa, la maggior parte delle persone utilizzava PC Windows o Mac con un’interfaccia utente grafica facile da usare. Ultimamente le persone si stanno spostando verso tecnologie ancora più semplici: smartphone e tablet. Queste piattaforme mobili forniscono un minor numero di funzionalità rispetto a un PC convenzionale – è difficile scrivere un articolo sul blog o gestire un foglio di calcolo complesso su un iPhone – ma sono facili da imparare.

twitter-crescita-informatblog

Le piattaforme di calcolo più anziane e più complesse non sono morte: alcuni professionisti le usano ancora. Ma la maggior parte delle persone usano la più semplice delle piattaforme user-friendly disponibili: gli smartphone. Un principio simile vale per le tecnologie di social media: i servizi più popolari tendono ad essere quelli che richiedono poco sforzo degli loro utenti. E Twitter richiede molto di più di quanto Facebook non fa.

Per rendere Twitter gestibile, è necessario curare con attenzione l’elenco delle persone che si seguono per evitare di essere sopraffatti. Le regole per le conversazioni di Twitter, per esempio il fatto che iniziare un tweet con il nome utente di qualcuno lo nasconderà da chi non segue questo utente, non sono intuitive e qualcuno lo lascerà perdere subito la prima volta, o anche la decima. E molti utenti trovano intimidatorio dover scrivere tweet che chiunque nel mondo può leggere.

Twitter aiuta gli utenti a vagliare un sacco di informazioni in modo efficiente, il che lo rende prezioso per un professionista dei media. Ma la maggior parte delle persone non sono interessate a passare al setaccio grandi volumi di informazioni. Vogliono solo guardare le immagini di matrimoni, vacanze e bambini dei loro amici, con poco fastidio. E Facebook questo lo rende veramente facile.

Il risultato: la crescita di Twitter è in fase di stallo, allo stesso tempo gli altri social come Facebook e Instagram continuano a crescere. E ciò ha creato attrito tra Twitter e Wall Street. Molti investitori che hanno acquistato azioni Twitter sperano che sarebbe potuto crescere sino a diventare un colosso stile Facebook. Ma ora sembra che Twitter rimarrà per sempre molto più piccolo di Facebook, il che significa che genererà molto meno entrate pubblicitarie – e in ultima analisi profitto – di Facebook.

Twitter potrebbe adottare una caratteristica fondamentale di Facebook

La scorsa settimana, BuzzFeed ha riferito che Twitter stava per cambiare l’ordine in cui mostrava i tweet all’utente. Questo potrebbe sembrare innocuo, ma potrebbe avere profonde conseguenze per gli utenti Twitter.

Quando si accede a Twitter, il servizio tradizionalmente mostra i tweet in rigoroso ordine cronologico, con i più recenti in alto. Questo significa che si vedono solo i tweet che si verificano nei momenti in cui vi capita di essere online. Se un amico annuncia un impegno o una gravidanza in un momento in cui non siete in linea, ad esempio, potreste non scorrere mai indietro fino a vederlo.

Facebook ha un approccio diverso: mostra i messaggi che un algoritmo pensa che troverete più interessanti. Facebook non ha spiegato come funziona il suo algoritmo, ma sappiamo che utilizza una vasta gamma di fattori per misurare quanto è interessante un post. I post su matrimoni, gravidanze, e altri annunci importanti di vita tendono a comparire in cima alla bacheca di Facebook, così come i messaggi di quelli dei vostri amici più stretti.

L’approccio di Facebook è migliore per gli utenti occasionali. Per iniziare su Facebook, basta individuare i vostri amici nella vita reale e mettere “mi piace” ai messaggi che vi interessano. Facebook li prende da lì, passando al setaccio migliaia di cose che i vostri amici pubblicano per identificare che il contenuto è probabilmente interessante. Non ci si deve preoccupare di diventare amici di troppe persone o delle persone sbagliate, la vostra bacheca non diventerà mai un pasticcio inutilizzabile.

Twitter sta facendo piccoli passi verso un servizio più simile a Facebook. L’anno scorso l’azienda ha introdotto una funzione denominata “While you were away.” Accedendo a Twitter dopo essere stati lontani per diverse ore, Twitter mostrerà i tweet più anziani a cui il suo software pensa che sarete interessati Tuttavia mostra solo una manciata di tweet; se si scorre verso il basso, si ritorna ai normali tweet cronologici inversi.

Mercoledì scorso poi Twitter ha annunciato una nuova funzionalità denominata “Show me the best tweets first” che sembra essere molto simile a “While you were away” Il post non spiega in cosa le due caratteristiche differiscono, ma sembra che la differenza principale possa essere semplicemente che la nuova funzione mostra tweet “migliori” di quella vecchia.

Perché mostrare i “migliori tweet” è controverso

Questo potrebbe sembrare abbastanza innocuo – e lo è. Ma quando le voci di questa funzione hanno iniziato a circolare, gli umori degli utenti Twitter sono stati piuttosto controversi. La ragione è che l’approccio attuale di Twitter di mostrare i tweet in ordine cronologico significa che la maggior parte delle persone che vedono un dato Tweet lo vedrà nel giro di pochi minuti. Questo rende Twitter una piattaforma in tempo reale in un modo che nessun altra piattaforma di social media funziona.

Twitter è il luogo ideale per scherzare sul calcio, sugli Oscar, o su un dibattito politico. E’ possibile twittare qualcosa su quello che è appena accaduto e ipotizzare che molti dei vostri seguaci capiranno immediatamente il contesto. Questo essere così in tempo reale rende il servizio particolarmente utile per i giornalisti, che vogliono essere sempre aggiornati sugli ultimi sviluppi.

Questo genere di cose semplicemente non funziona su Facebook, perché non si sa mai se il vostro post sarà letto tra un’ora, un giorno, o una settimana. Ciò significa che non si può presumere che la maggior parte dei lettori di un particolare post di Facebook abbia appena visto la stessa cosa di cui avete scritto. La natura in tempo reale di Twitter permette anche un tipo di conversazione in tempo reale tentacolare tra molti utenti impossibile su qualsiasi altra piattaforma.

L’approccio di Facebook dà anche più potere a Facebook, dal momento che è lui che decide in ultima analisi ciò che gli utenti vedono. Su Twitter, invece, quello che si vede è interamente determinato da chi si segue e quando si è online. Naturalmente, agli utenti avanzati che hanno messo impegno nel curare i loro follower non piace l’idea di cedere più potere a Twitter su quali tweet vedono.

La grande paura degli utenti di Twitter, allora, è che Twitter diventi un Facebook sostituendo completamente il suo essere in tempo reale con una bacheca stile Facebook che propone i migliori tweet piuttosto che quelli nuovi. O, come minimo, che una bacheca stile Facebook diventerebbe il default, erodendo il fatto distintivo della cultura in tempo reale di Twitter.

Ma finora, sembra essere stato un falso allarme. Twitter sta cercando di aiutare gli utenti occasionali, mostrando un paio di tweet di alta qualità, rimanendo fermamente impegnato al suo ordine cronologico inverso come il principale modo in cui la gente legge i tweet.

Eppure, se l’esperimento “migliori tweet” andrà bene, Twitter potrebbe spostarsi progressivamente verso il modello Facebook nel corso del tempo. Tutto ciò che dovrebbero fare sarebbe espandere il numero di “migliori tweet” che mostrano, al punto che la maggior parte delle persone non si preoccuperanno di scorrere all’indietro per vedere i tweet in tempo reale.

Twitter potrebbe accettare di non essere grande come Facebook

I recenti dibattiti sul futuro di Twitter hanno un assunto di base: Twitter deve riprendere la crescita degli utenti per essere considerato un successo. Tale assunto è guidato dagli investitori di Wall Street, che hanno acquistato azioni della società sin dal primo giorno, nella speranza che l’azienda continuerà a crescere.

Invece, la crescita degli utenti di Twitter è a un punto morto. E mentre Twitter senza dubbio sperimenterà nuovi modi per espandere il suo pubblico, la società potrebbe in ultima analisi ammettere che non sarà mai confrontabile con Facebook in termini di numero di utenti.

Twitter ha più di 300 milioni di utenti, e molti di questi sono utenti quotidiani appassionati. Questa dovrebbe essere una grande base, abbastanza per un business altamente redditizio. Probabilmente non abbastanza da giustificare la valutazione di 30 miliardi di dollari che l’azienda ha avuto un anno fa, ma forse abbastanza redditizia per giustificare il valore aziendale di oggi, circa 10 miliardi di dollari.

E Twitter può essere in grado di trovare il modo di sfrutare i punti di forza unici della sua base di utenti. Non ha tanti utenti come Facebook, ma può contare tra i suoi utenti un gran numero di importanti investitori, animatori, docenti universitari, giornalisti e altre persone influenti.

Si tratta di persone che alcuni inserzionisti potrebbero essere più interessati a raggiungere rispetto al pubblico molto più vasto raggiungibile utilizzando gli annunci di Facebook. Quindi, se Twitter riuscirà a capire come posizionarsi come piattaforma di pubblicità per il suo target molto influente, potrebbe davvero guadagnare un sacco di soldi.

Allo stesso tempo, non è ovvio che rendere Twitter più simile a Facebook gli permetterebbe di crescere fino alle dimensioni di Facebook. Coloro preferiscono Facebook possono rimanere su Facebook. Scimmiottare Facebook potrebbe facilmente allontanare i principali utenti di Twitter senza attirarne molti di nuovi. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti