Dati finanziariTwitter

Twitter e il secondo trimestre 2014: un gran successo

Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato i risultati finanziari del secondo trimestre 2014 delle maggiori aziende. Dopo quelli di Apple, di Facebook e quelli di Samsung e di LG, è adesso il turno dei risultati di Twitter. Ve lo anticipiamo: è un successo senza precendenti.

Risultati finanziari più forti del previsto hanno spinto le azioni di Twitter alle stelle lo scorso martedì dopo che il servizio di messaggistica breve ha visto raddoppiare il suo fatturato nel secondo trimestre del 2014. Twitter ha visto crescere più del previsto anche la sua base di utenti, alleviando le preoccupazioni, almeno per ora, del suo scarso appeal nei confronti di una vasta fascia di pubblico. Il suo rivale più grande, Facebook, ha anch’esso pubblicato ottimi risultati e il suo titolo è scambiato vicino a livelli record.

Le azioni di Twitter, compagnia con base a San Francisco, sono salite del 30% fino a raggiungere i 50,01 dollari ad azione martedì scorso. Twitter Inc. ha registrato una perdita netta di 144,6 milioni dollari, o 24 centesimi per azione, nel periodo aprile-giugno. Questo dato va confrontato con una perdita di 42,2 milioni dollari, o 32 centesimi per azione, un anno prima, quando Twitter era ancora una società privata.

Gli utili rettificati sono di 2 centesimi per azione nell’ultimo trimestre, battendo le attese degli analisti che prevedevano una perdita di 1 cent, secondo FactSet. Questi numeri non includono le spese di compensazione azionaria. Le entrate sono state di 312,2 milioni dollari, rispetto ai 139,3 milioni di dollari del periodo passato, grazie all’aiuto dei nuovi strumenti di pubblicità su Twitter lanciati negli ultimi mesi e all’espansione internazionale. Gli analisti interpellati da FactSet si aspettavano minori ricavi, stimandoli in 283,3 milioni dollari.

I ricavi pubblicitari dal mobile sono stati di 224 milioni dollari, l’81% del totale delle entrate da annunci pubblicitari nel trimestre. Nel primo trimestre, i ricavi degli annunci per cellulari furono pari a circa l’80% del totale delle entrate dell’azienda nel campo della pubblicità online.

“I nostri solidi risultati finanziari e operativi per il secondo trimestre dimostrano il continuo slancio del nostro business”, ha detto il CEO Dick Costolo in un comunicato. “Restiamo concentrati sulla maggiore crescita degli utenti e sviluppando nuovi prodotti, come quello che abbiamo costruito intorno alla Coppa del Mondo, crediamo che possiamo estendere l’appeal di Twitter verso un pubblico ancora più vasto.”

Il servizio ha avuto 271 milioni di utenti medi mensili a partire dalla fine di giugno, in crescita del 24% rispetto all’anno precedente e in crescita del 6% rispetto alla fine di marzo. Gli analisti si aspettavano 266 milioni di utenti. Facebook, in confronto, ha 1,32 miliardi di utenti.

Le timeline views, che misurano la frequenza con cui gli utenti aggiornano il proprio feed Twitter o quello di qualcun altro, sono aumentate del 15% rispetto all’anno scorso fino a 173 miliardi. Questa metrica è in crescita del 10% rispetto ai 157 miliardi del primo trimestre. Twitter ha detto che ha ricevuto una spinta dalla Coppa del Mondo, l’evento sportivo più popolare al mondo che ha avuto luogo nei mesi di giugno e luglio.

I ricavi pubblicitari per mille timeline views, un’altra misura strettamente sorvegliata, hanno raggiunto 1,60 dollari nel secondo trimestre, il doppio dello scorso anno e un dato in crescita dell’11% rispetto al primo trimestre. Per il trimestre in corso, Twitter si aspetta un fatturato da 330 a 340 milioni dollari, sopra le attese degli analisti che ne stimano 323,7 milioni di dollari.

Twitter è diventata pubblica lo scorso novembre ad un prezzo di 26 dollari per azione, che raggiunsero un picco nel mese di dicembre a 74,73 dollari e poi sono fortemente diminuite. Martedì scorso, Twitter ha chiuso a 38,59 dollari, prima l’impennata avvenuta dopo la mezzanotte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti