Hardware

La UE multa Sony, Toshiba e altri produttori di dischi

La Commissione Europea ha schiaffeggiato otto produttori di unità disco ottiche (ODD, Optical Disk Drive), tra cui Sony, Toshiba e Hitachi, con un totale di 116 milioni di euro di multa dopo averle trovate colpevoli di collusione sui prezzi. La Commissione ha detto mercoledì che le società illecitamente hanno stretto collusione “per evitare la concorrenza aggressiva alle gare di appalto organizzate da Dell e HP”.

Le aziende coinvolte nelle manovre illegali di prezzo sono Philips, Lite-On, la loro joint venture Digital Solutions, Hitachi-LG Data Storage, Toshiba Samsung Storage Technology, Sony, Sony Optiarc e Quanta Storage.

sony-multata-ue-informatblog

La multa più cospicua, di 41,3 milioni di euro, è stata per la joint venture tra Toshiba e Samsung, mentre Sony, Hitachi-LG Data Storage e Quanta Storage sono stati colpiti rispettivamente con 30 milioni, 37 milioni e 7 milioni di euro di multa.

Nonostante siano state nominate parte dello scandalo, Philips e Lite-on hanno schivato la multa grazie al fatto di aver rivelato alcuni dettagli del cartello alla CE. “Philips, Lite-On e Philips & Lite-On hanno ricevuto congiuntamente la piena immunità dalle ammende in quanto sono state le prime a rivelare l’intesa alla Commissione Europea, evitando così una sanzione complessiva di 63.5 milioni di euro”, ha detto la CE.

Il commissario delle politiche di concorrenza CE Margrethe Vestager ha dichiarato: “Milioni di cittadini europei utilizzano i dispositivi ODD per qualsiasi compito, per esempio quando memorizzano le loro immagini preferite. Mantenere questi mercati competitivi è importante”.

La Commissione Europea ha anche rivelato che alcuni rappresentanti della società si sono incontrati in parcheggi e cinema per discutere i dettagli delle gare per la fornitura di prodotti quali unità CD e DVD. “La decisione di oggi dimostra ancora una volta che i partecipanti al cartello non possono sfuggire alle multe semplicemente tenendo riunioni in cinema e parcheggi al di fuori dell’Europa, mentre la vendita dei loro prodotti avviene in Europa”, ha aggiunto la CE.

Uno scandalo di adeguamento dei prezzi simile è stato scoperto nel 2011, quando tre dirigenti di Hitachi-LG Data Storage vennero dichiarati colpevoli di accuse di turbativa d’asta e allineamento dei prezzi nel mercato ODD. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti