FacebookMercati emergenti

Negli uffici di Facebook al bando gli iPhone, solo Android

Facebook vuole far rispettare una politica anti-iPhone per i suoi ingegneri, in modo che provino quello che stanno utilizzando il social network come la maggior parte degli utenti. La mossa, secondo Wired, è una decisione del tutto pragmatica che nasce dalle ambizioni della società di aumentare la propria base di utenti di 1,5 miliardi di persone.

La penetrazione degli smartphone negli Stati Uniti e in Europa ha raggiunto il punto di saturazione, ma l’adozione dei dispositivi portatili sta accelerando in posti come l’India, dove gli utenti preferiscono i dispositivi Android a basso costo. Facebook sa che i suoi ingegneri ben pagati vivono in un mondo ben diverso dalla maggior parte dei suoi utenti e la società spera di cambiare questo in quanto punta forte sui mercati emergenti.

facebook-lavoro-android-informatblog

“Sto mandando un intero gruppo della mia squadra verso Android, solo perché quando lasciata a sè stessa spesso preferisce comprare un iPhone”, ha detto il dirigente di Facebook Chris Cox. Non è chiaro quanti dipendenti di Facebook saranno costretti ad effettuare il passaggio ad Android, ma Cox vuole una buona parte della sua squadra sul sistema operativo di Google. Secondo il recente aggiornamento del mese scorso di Google, Android ha ora 1,4 miliardi di utenti attivi.

Cox vuole che il suo team possa “riportare i bug e vivere la stessa esperienza che la maggior parte degli utenti di Facebook sperimenta oggi”. La politica è stata annunciata in una presentazione più ampia dove Facebook ha ammesso di puntare sui mercati emergenti, che ha coinciso con la visita del CEO di Facebook Mark Zuckerberg in India questa settimana. La visita ha seguito la reazione pubblica in India contro Internet.org, che è stato recentemente ribattezzato Free Basics, per affrontare le critiche secondo le quali l’accesso online gratuito favorisca i contenuti di Facebook.

Il requisito che il personale usi Android è stato introdotto a fianco di un’altra iniziativa per aiutare i dipendenti a comprendere come gli utenti usano i prodotti. Facebook questa settimana ha dato il via al programma “2G Tuesdays”, dove verrà chiesto ai dipendenti se vogliono utilizzare temporaneamente una connessione più lenta, offrendo loro velocità più vicine a quelli disponibili in alcune parti dell’Asia e dell’Africa che hanno connettività limitate.

Google ha anche messo sotto i riflettori la connettività nei mercati emergenti questa settimana, annunciando un accordo con tre compagnie telefoniche indonesiane per lanciare Project Loon nel 2016, un’iniziativa che cercherà di raddoppiare l’accesso di rete in Indonesia, dove la connettività è disponibile solo per circa un terzo della popolazione. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti