News

Ultima versione Android 10 Q: tutto ciò che bisogna sapere

ultima versione android 10 Q

Google ha reso disponibile l’ultima versione Android, chiamata Android 10 Q, che preannuncia molte novità nell’interfaccia, nel design, nell’utilizzo e nella privacy. Il nuovo sistema operativo Android si può testare sugli smartphone Pixel di Google, ma anche su altri dispositivi compatibili dei produttori partner. Se vuoi sapere come aggiornare Android è necessario innanzitutto iscriversi al programma beta sulla pagina ufficiale di Google, collegare l’account del tuo dispositivo che deve essere compatibile ed infine cliccare sul pulsante per l’iscrizione. Dopo questa operazione puoi aggiornare Android ed installarlo come un qualsiasi update, ma ti consiglio di effettuare prima il backup dei dati. Tieni presente che il sistema aggiornato Android è destinato ad un pubblico di sviluppatori, quindi potrebbe contenere ancora errori o bug in attesa del rilascio della versione ufficiale.

Ultima versione Android 10 Q: le principali novità

Gli aggiornamenti disponibili introducono una serie di novità molto interessanti a partire dall’interfaccia che si adatta anche ai nuovi smartphone pieghevoli. Con i cosiddetti Sharing Shortcuts” puoi condividere un link che porta ad un contenuto specifico in una determinata applicazione. Novità interessanti sono previste anche per l’estetica in quanto puoi cambiare il colore di alcuni elementi ed il font di sistema, personalizzare la forma delle icone dell’app e selezione il “Dark Theme“, cioè il tema scuro per una veste grafica “total black” ed elegante che punta al consumo energetico.

La funzione “Smart Reply” si basa su un sofisticato sistema di intelligenza artificiale che non solo risponde alle tue domande ma addirittura le anticipa secondo le tue abitudini. Sono previste altre sorprese per quanto riguarda la telecamera (dotata della funzione Dynamic Depth” che supporta l’effetto bokeh e la sfocatura), il video e la grafica che possono contare su una qualità decisamente migliorata. Per quanto riguarda la connettività l’ultimo aggiornamento Android supporta gli standard WP3 e OWE e semplifica la gestione dei dispositivi IoT sulla rete locale.

Sicurezza e privacy

smartphone androidIl nuovo aggiornamento Android prevede importanti implementazioni in tema di privacy e sicurezza soprattutto per quanto riguarda la geolocalizzazione ed hai la facoltà di stabilire se e quando l’app utilizzata può leggere i dati relativi alla tua posizione. Hai inoltre un maggior controllo dei dati condivisi con particolari permessi da concedere per consentire l’accesso a foto, video e audio. Vengono ridotti gli interventi delle app in esecuzione in background grazie ad un sistema basato su una notifica ad alta priorità quando l’app deve essere valutata più attentamente. Con l’aggiornamento Android Google limita l’accesso agli identificatori del dispositivo e viene randomizzato l’indirizzo MAC durante le connessioni a reti wi-fi diverse da quelle consuete .

I dispositivi che supportano Android 10 Q

Oltre ai modelli Pixel di Google (Pixel, Pixel XL, Pixel 2, Pixel 2 XL, Pixel 3 e Pixel 3XL) l’aggiornamento software in versione beta è disponibile anche sui seguenti smartphone:

  • Xiaomi Mi Mix 3 5G e Xiaomi Mi 9;
  • Asus Zenfone 5Z;
  • Essential PH-1;
  • Global Nokia 8.1;
  • Sony Xperia XZ3;
  • Tecno Spark 3 Pro;
  • Vivo X27, Vivo NEX S e Vivo NEX A;
  • LG G8 ThinQ;
  • OnePlus 6T;
  • Oppo Reno;
  • Realme 3 Pro.

Date di aggiornamento

L’aggiornamento sistema Android in beta è stato rilasciato il 13 marzo 2019, ma saranno distribuite altre versioni Android in Developer Preview prima del rilascio finale. L’aggiornamento telefono dell’ultima versione Android è stato rilasciato in versione beta 2 ad aprile, in versione beta 3 a maggio ed in versione beta 4 a giugno. Il rilascio delle versioni beta 5 e beta 6 è previsto per luglio, mentre la release finale è prevista tra luglio e settembre.

Huawei Mate 20 Pro escluso dalla Developer Preview di Android Q: cosa succede?

La funzione aggiorna sistema operativo” non è disponibile per Huawei Mate 20 Pro che è stato escluso dalla Developer Preview di Android. In realtà nel corso della Google I/O 2019 “Big G” aveva rilasciato la terza Developer Preview di Android anche per Huawei Mate 20 Pro che però è stato cancellato dalla lista di Google dopo la messa al bando da parte del governo statunitense. Huawei può aggiornare i propri dispositivi con le ultime versioni Android almeno fino al 19 agosto grazie ad un permesso temporaneo, dopodiché bisogna capire se l’azienda cinese riuscirà a trovare un accordo con Google. In caso contrario Huawei potrebbe lanciare un sistema operativo proprietario che però al momento è ancora in fase embrionale e probabilmente potrà vedere la luce solo nel 2020 inoltrato.

Rispondi

Le guide più interessanti