Caricamento in corso...
PS4

Uncharted 4, diamo il benvenuto alla migliore esclusiva PS4

Le recensioni di Uncharted 4: A Thief’s End stanno ormai circolando su internet, e per Nathan Drake le cose stanno andando bene. Il suo canto del cigno si sta guadagnando lodi su tutta la linea, portando l’enfasi che circonda la più grande esclusiva PS4 a livelli mai visti prima. Il gioco ha un punteggio di 94 su Metacritic, diventando così il terzo gioco PS4 più apprezzato dietro GTA 5 e The Last of Us: Remastered, e l’esclusiva PS4 con voto più alto fino ad oggi superando il 92 di Bloodborne (tecnicamente anche The Last of Us: Remastered è un’esclusiva PS4, ma non abbastanza essendo appunto un remaster). Ciò non significa, tuttavia, che questo è il gioco Uncharted con voto più alto: questo onore va a Uncharted 2: Among Thieves.

Ad ogni modo, le recensioni di Uncharted 4: A Thief’s End sono eccellenti: Paul Tassi di Forbes gli ha dato un gran 9/10, ecco ciò che ha avuto da dire: “Sono rimasto profondamente colpito da Uncharted 4, e sono assolutamente convinto che sia tra i migliori capitoli della serie, il che significa che tutti i ritardi probabilmente valevano la pena. Credo che si basi troppo sulla meccanica non più innovativa dell’arrampicata, ma non si può negare sia un capolavoro visivo con ottimi personaggi in una storia interessante e intensa. In breve, si tratta di un gioco di Uncharted, e ancora una volta, può parlare da solo”.

Altri critici sono stati ugualmente elogiativi, con un’infarinatura di punteggi perfetti e alcune piccole critiche da parte di alcuni altri. Ecco alcune reazioni provenienti da tutta Internet.

uncharted-4-thief-end-informatblog

Gamespot, 10/10: “Uncharted 4 spinge la narrazione in avanti, nutrendo il suo gameplay, e ogni dettaglio si fonde per creare qualcosa di sempre più grande. Uncharted 4 rimbalza tra calci piazzati e momenti personali con tale grazia e abilità, equilibrio e affetto per i suoi personaggi, che non vi dispiacerà quando i cannoni smettono di sparare e il fumo si dirada, mentre Nathan ottiene un attimo per respirare. Sì, è un’emozionante avventura attraverso luoghi esotici, con sequenze d’azione spettacolari e un ritmo che tira dentro con facilità. Ho avuto un sorriso quando il gioco è iniziato. Ma è anche una storia di famiglia, una storia di auto-esame, una storia di sacrifici per le persone care”.

Polygon, 9/10: “Non è stata la promessa di grandi esplosioni più pericolose che mi ha attirato in Uncharted 4, e che me l’ha fatto completare voracemente in due giorni. E’ stato il desiderio di vedere Nathan Drake fare praticamente tutto: uccidere, mentire, agire incoscientemente, cercare egoisticamente fortuna e gloria. E questo desiderio mi ha fatto proiettare i miei sentimenti su un personaggio dei videogiochi. Non c’è nulla che impedisca a Naughty Dog di mandare in pensione questa serie, nessuna porta viene lasciata aperta per un sequel a sorpresa e non c’è niente di ambiguo sulla sua risoluzione. Ogni altro gioco Uncharted, a vari livelli, poneva una domanda: “può un ladro essere buono?”, e sommariamente si spostava avanti senza scommettere su alcuna congettura. Alla ricerca di una risposta, la storia di Uncharted 4 vola, e presenta uno splendido finale”.

Destructoid, 9.5/10: “Che i rapporti interpersonali non siano offuscati da 400 milioni di dollari di oro pirata, o da centinaia di mercenari morti, è una testimonianza dell’altezza di questa narrazione. Anche i modi in cui Uncharted 4 si riporta agli episodi precedenti della serie porta il tutto ad una meritata conclusione coesa impressionante. Splendida direzione artistica; sensazione di gioco soddisfacente; la volontà di scuotere le convenzioni dell’azione in terza persona, per sapere quando introdurre varietà o togliere il piede dall’acceleratore; dialogo eccellente che rivela molto senza condividere troppo; e una conclusione indiavolata. Un ladro non poteva chiedere una fine migliore”.

Game Informer: “A Thief’s End è il migliore gioco di Uncharted, che offre una storia che non volevo finisse, e un’avventura che si conclude in modo sensazionale. L’effetto sorpresa del mondo che esplode sotto i piedi di Drake è diminuito negli anni successivi ad Uncharted 2, ma quei momenti sono ancora efficaci, e un vero e proprio fiore all’occhiello di arte e di gameplay . Tutti e quattro i giochi di Naughty Dog culminano nel finale di A Thief’s End in modo appropriato e coerente e i fan dovrebbero apprezzarlo. Odio vedere Drake andar via (soprattutto quando è arrivato alla perfezione), ma preferisco vederlo uscire alla grande come in questo episodio che dargli il compito di trovare un teschio di cristallo o qualche altro vecchio tesoro mal fabbricato”. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti